Niente arretrati per 60 ex dipendenti Maran

Doccia fredda per i lavoratori della costola R&S, usciti dall'azienda prima del cambio di rotta
Spoleto

Non c'è pace per quei dipendenti della ex R&S, società costola della ex Maran, che in tempi più o meno recenti hanno deciso di uscire definitivamente da quella azienda oggi diventata Nuova Maran. Sì, perché se è vero che per i secondi c'è in vista il saldo di tutti gli arretrati dovuti, per circa una sessantina di ex dipendenti R&S all'orizzonte non c'è traccia del dovuto dalla ex gestione. E stando alle notizie che trapelano, tra loro c'è anche chi è creditore di cifre che si aggirano tra i 6 mila e gli 8 mila euro. A comunicare quella che è stata una vera e propria doccia fredda per tante è il messaggio inviato dai rappresentanti sindacali a tutti gli ex dipendenti interessati. Per quanto riguarda Maran, entro domani l'azienda verserà ai suoi ex dipendenti il 65 per cento di agosto 2018, i ratei della tredicesima, la quattordicesima e i ratei del tfr, ferie e permessi maturati. "E, comunque, verrà liquidato tutto quello che i lavoratori non hanno percepito extraconcordato". Tutto il dovuto, insomma.