Presidenziali russe, i russi residenti in Umbria possono votare a Perugia

Per la prima volta istituito un seggio in città all’Istituto comprensivo Perugia 7 di San Sisto
Argomenti correlati
Perugia

Per la prima volta, i circa 650 cittadini russi residenti in Umbria possono scegliere il futuro presidente della Federazione Russa votando direttamente a Perugia. Il governo russo e l’Ambasciata della Federazione Russa a Roma hanno, infatti, preso la decisione di allargare la rete dei seggi elettorali in Italia che, fino ad oggi, era limitata alle città di Roma, Milano, Palermo e Genova.

Fino a sabato 17 marzo ci si potrà recare nel seggio allestito all’Istituto comprensivo Perugia 7 di San Sisto, in strada di Lacugnano, che ospita anche la Scuola di lingua russa per bambini ‘Teremok’. Il seggio è gestito dall’Associazione culturale Russia in Umbria in collaborazione con l’associazione Donne dell’Est.

I cittadini russi possono votare scegliendo tra gli otto candidati in lizza: Sergej Baburin (Unione di tutto il popolo russo), Pavel Grudinin (Partito comunista), Vladimir Zhirinivsky (Partito liberal democratico), Vladimir Putin (indipendente), Ksenia Sobchak (indipendente), Maxim Suraykin (Comunisti di Russia), Boris Titov (Partito della crescita) e Grigory Yavlinsky (Yabloko).