Vigili del Fuoco, 27 luglio un minuto in memoria delle “Vittime del Dovere”

Anche il comando provinciale di Perugia ha preso parte al ricordo dei caduti
Perugia

Anche i Vigili del Fuoco di Perugia hanno preso parte al ricordo dei caduti – Vittime del Terrorismo e del Dovere, per la strage di Via Palestro a Milano del giorno 27 luglio 1993 alle ore 23.15 quando persero al vita , i vigili del fuoco Carlo La Catena, Sergio Pasotto e Stefano Picerno, il vigile urbano Alessandro Ferrari e un cittadino marocchino senzatetto, Moussafir Driss.

A livello nazionale è stato organizzato un momento per fermarci tutti, per un minuto con il suono di una sirena, in ogni parte del nostro Paese, in ogni posto dove c’è un Vigile del Fuoco, per ricordare tutte le Vittime del Dovere e in modo particolare a chi si è sacrificato fino all’ultimo respiro .
Questo è l’appuntamento per l’abbraccio simbolico di tutti i Comandi d’Italia e quindi tutti i Vigili del Fuoco per ricordare la “Strage di Via Palestro .

L’iniziativa è stata attivata dal Comitato “Per non Dimenticare” che ha sede presso il Comando di Milano, che ininterrottamente ha celebrato nello stesso giorno e ora il ricordo con il suono delle sirene.
E’ il ricordo del contributo umano pagato dai Vigili del Fuoco per contrastare le mafie e il terrorismo.

La rilevanza del CNVVF non si racchiude in un episodio ma in tutti quelli che hanno contribuito a creare la sua importanza e la sua leggenda.

La partecipazione all’iniziativa è stata voluta dai vertici del Dipartimento dei Vigili del Fuoco e cioè dal Capo Dipartimento il Prefetto Bruno Frattasi e del Capo del Corpo Ing. Gioacchino Giomi.

A Perugia, presso la sede del Comando provinciale tutto il personale e rappresentanti dell’Associazione nazionale VVF con il Comandante provinciale Francesco Notaro hanno osservato un minuto di silenzio davanti ai mezzi schierati.

Analoga iniziativa è stata effettuata e presso le sedi dei vari Distaccamenti provinciali