Ventotto richieste di rinvio a giudizio per una serie di bancarotte fraudolente

 Coinvolti professionisti che ricorrono a vario titolo nei casi citati
Perugia

Sono ventotto le richieste di rinvio a giudizio per una serie di bancarotte presumibilmente fraudolente con tanto di distrazioni patrimoniali e pagamenti privilegiati. In concorso. L'inchiesta della guardia di finanza coordinata dalla procura della Repubblica di Perugia - pm Mario Formisano e Manuela Comodi - ha tolto il velo su nove fallimenti e un concordato.
Se ne saprà di più l'11 luglio, in giorno in cui è stata fissata l’udienza preliminare.

 Coinvolti professionisti che ricorrono a vario titolo nei casi citati.