L'Università di Perugia mette all'asta Villa Capitini

L'agenzia delle entrate ha stabilito una base d'asta di 2 milioni e 600 mila euro
Perugia

Villa Capitini è stata messa all'Asta.

L'immobile, appartenente all'Università degli Studi di Perugia, è rimasto semi vuoto e l'ateneo non ha più la possibilità di mantenerlo in condizioni buone, né ha trovato un modo per utilizzarlo al meglio.

La struttura conta tre piani, 32 stanze allestite in circa 700 metri quadrati d'interni, una torretta merlata e 4 ettari di parco. Situata in località Sant'Andrea delle Fratte, ad oggi ospita l'associazione Tucep ma in precedenza è stata sede degli uffici ospedalieri che si sono poi trasferiti all'interno del Creo. Ai tempi del rettore Bistoni si era pensato di trasformarla in uno studentato ma l'idea decadde e l'attuale governance diretta da Franco Moriconi non ha più ripreso l'idea, tant'è che è stata messa in vendita.

Villa Capitini, come spiegato da Moriconi, “necessita di interventi di manutenzione su alcune parti d'intonaco e ha bisogno di bonificare alcune tracce di umidità diffusa su molte pareti, deve inoltre essere verificato lo stato manutentivo del manto di copertura degli infissi. Internamente il fabbricato ha bisogno di una messa a norma generale, vanno verificati tutti gli impianti elettrici e idrotermosanitari”.

L'agenzia delle entrate ha stabilito una base d'asta di 2 milioni e 600 mila euro per la vendita che si terrà il 14 maggio alle 9.30 presso la sede amministrativa dell'ateneo.