Tunisino aggredisce anziana per rubarle la collanina

L'africano subito individuato è stato rinchiuso al carcere di Capanne
Perugia

Un'altra aggressione vigliacca sulle strade di Perugia. Nel primo pomeriggio di sabato una donna di 71 anni, badante di nazionalità bulgara, è stata avvicinata alle spalle da un uomo, che le ha strappato la collana d’oro dal collo. È successo nella zona di Fontivegge. La donna è riuscita a girarsi e, notato un giovane che raccoglieva da terra la catenina e alcuni ciondoli, ha provato a resistere nel tentativo di recuperare i propri monili. A questo punto è stata violentemente spintonata dallo scippatore, che poi se l'è data a gambe col bottino.

Dato l'allarme, sul posto sono subito sopraggiunte le pattuglie delle forze dell’ordine, cui è stata fornita la descrizione dell’aggressore: un magrebino tra i 20 e i 25 anni, alto circa 1,70, di corporatura esile, con indosso bermuda e canottiera nera, coi capelli rasati ai lati della testa.
E così nel giro di pochi minuti una pattuglia della squadra mobile lo ha avvistato e bloccato. Riconosciuto dalla vittima come colui che le aveva strappato il monile dal collo, è stato identificato per un 22enne tunisino. Lo straniero, mai fermato prima a Perugia, è stato sottoposto a fermo per il reato di rapina impropria e rinchiuso nel carcere di Capanne a disposizione dell’Autorità giudiziaria. Dal suo curriculum criminale sono emersi reati commessi in varie città e, in particolare, analoghi episodi commessi ad Aosta, Alessandria e Sanremo.