Truffe online, 500 vittime in Umbria

Denunce e segnalazioni sono state raccolte dalla Polizia postale. Come difendersi.
Perugia

Tempi di Internet, tempi di nuove truffe online. Gli imbrogli corrono nelle e-mail, sulle piattaforme di vendita in Rete e persino sui social network.

L’e-commerce in Italia è in crescita. Un dato positivo, non ci sono dubbi. Ma acquistare su Internet ci espone a numerosi pericoli. La minaccia numero uno si chiama truffa e in Rete, purtroppo, ne circolano davvero tante.
Il primo obiettivo di queste fregature informatiche è fare incetta di dati personali e, quindi, estorcere con l’inganno dei soldi. E sebbene le tecniche utilizzate dai truffatori siano sempre le stesse, il numero di utenti che cascano nelle trappole degli hacker continua a restare molto elevato.
Basti dire che in Umbria dall'inizio dell'anno sono più di 500 le denunce o segnalazioni arrivate alla Polizia postale.
«L'esigente crescente legata alla comodità e al risparmio, spesso notevole, di effettuare acquisti online - ha spiegato Anna Lisa Lillini, dirigente del compartimento - può nascondere delle insidie facilmente superabili seguendo pochi accorgimenti».
Per far sì che l'acquirente possa muoversi con sicurezza tra i negozi online, è stato messo a punto un opuscolo che offre pratici consigli, dieci suggerimenti per muoversi con estrema tranquillità nel groviglio di offerte della rete. Potrà sembrare banale, ma il primo passo per acquistare in sicurezza è avere sempre un buon antivirus aggiornato all'ultima versione sul proprio dispositivo informatico. Per prima cosa è sempre bene controllare se il sito internet è sicuro: normalmente le piattaforme “serie” utilizzano il protocollo HTTPS, il quale assicura che la trasmissione dei dati (come la carta di credito) non sia intercettata.

Un indizio che dovrebbe insospettirci – e di non poco – è se una persona ci invia un’email proponendoci un affare vantaggioso. Da evitare come la peste: dietro si nasconde certamente una truffa.

Non inviate documenti personali, come la carta di identità e i dati della carta di credito, a persone che vi hanno contattato tramite posta elettronica.

Non aprite link contenuti in email arrivate da fonti sconosciute, si rischia di essere indirizzati su siti truffa.

Importante poi diffidare dai venditori che pretendono forme di pagamento alternative a quelle previste dal negozio online in cui è stato pubblicato l’annuncio di vendita.

Attenzione alle piattaforme di vendita online. Non sotto tutte uguali. Prima di perfezionare un acquisto assicuratevi che il sito sia attendibile. Fate una ricerca in rete, confrontatevi con le esperienze di altri utenti, leggete i commenti. Verificate poi se il negozio abbia una sede legale e un numero di telefono.

Utilizzate i siti ufficiali del prodotto che avete intenzione di acquistare: eviterete di ricevere a casa della merce contraffatta.

Se avete scelto una di quelle piattaforme che ospitano gli annunci di molti privati, è meglio non pagare tramite carta di credito, ma è preferibile utilizzare il contrassegno.