Finto Broker finisce in manette

L'uomo di origini campane era da tempo residente in provincia di Perugia
Perugia

Finto broker in manette.

Arrestato in flagranza di reato dalla Polizia di Chiusi, un finto Broker campano che da tempo risiedeva a Perugia.

Secondo quanto accertato nel corso delle indagini, il 48enne truffava le agenzie assicurative per guadagnare soldi illeciti, falsificando i documenti e riuscendo a far cadere in errore chi stipulava polizze in maniera regolare.

Nel particolare, al posto dei reali luoghi di residenza degli intestatari, tutti cittadini di Napoli e provincia, venivano indicate città umbre o toscane per far scendere di molto il prezzo dell'assicurazione. La truffa consisteva poi nel portare alle varie agenzie, situate sia in zona Chianciano che in provincia di Perugia, dei passaggi di proprietà fasulli risalenti a qualche giorno prima per poi stipulare una polizza a prezzo nettamente minore di quello che avrebbe avuto nella varie zone della Compania.

Un raggiro ben orchestrato che ha prodotto alle assicurazioni un danno erariale di circa 10.000 euro. Nell'ultimo mese , l'uomo, era riuscito a stipulare 7 polizze mentre da settembre ad oggi circa 11 per un valore che si aggira intorno ai 14.000 euro.

Il 48enne è stato colto sul fatto mercoledì mentre stava tentando di portare a compimento l'ennesima truffe ed è stato fermato da due agenti in borghese.