In tribunale col coltello, denunciata 52enne

La donna si è giustificata dicendo che era quello con cui era andata a cogliere gli asparagi e se l'era dimenticato in borsa
Perugia

Le hanno trovato un coltello in borsa mentre stava per entrare nella sezione penale di via XIV Settembre, a Perugia. Il coltello della donna è stato subito segnalato dal metal detector che sul monitor ha evidenziato la presenza dell'oggetto all'interno dello zaino. La donna non ha opposto nessun tipo di resistenza e quando ha svuotato lo zaino alla presenza delle guardie giurate della Vigilanza Umbra e i militari dell'Esercito, è spuntato fuori il coltello dalla lama di circa otto centimetri, prontamente sequestrato dalle Guardie Giurate.

La 52enne, che doveva raggiungere la figlia in tribunale, si è giustificata dicendo che non ricordava affatto di avere il coltello in borsa e di averlo utilizzato per raccogliere asparagi. Accompagnata in Caserma, è stata denunciata a piede libero per porto ingiustificato di oggetti atti ad offendere.

Che sia un fatto increscioso non v'è dubbio alcuno, ma l'episodio serve più a palesare un allarmismo esagerato e ingiustificato. Basti dire che oggi la poveretta è finita su tutti i giornali e "sparata" nelle locandine, come fosse un'attentatrice terrorista talebana e integralista.