Trasferimento d'urgenza per il procuratore aggiunto Duchini

Lo ha deciso il Consiglio superiore della magistratura
Perugia

Il Consiglio superiore della magistratura, nell’ambito del procedimento disciplinare contro il procuratore aggiunto a Perugia Antonella Duchini, ha deciso, come provvedimento cautelare in via d’urgenza, il trasferimento del magistrato alla corte d’appello di Ancona, in qualità di giudicante.
         Duchini è indagata dalla procura della Repubblica di Firenze con l’ipotesi di rivelazione di segreti d’ufficio e abuso d’ufficio. In particolare avrebbe rivelato ai luogotenenti dell’Arma - Orazio Gisabella e Costanzo Leone, già in servizio al Ros - notizie relative al procedimento avviato a carico di Franco e Giuseppe Colaiacovo.
          Il magistrato - difesa dagli avvocati Nicola Di Mario e Michele Nannarone - era stata sentita dal Consiglio superiore della magistratura qualche giorno fa. Ora la decisione dell’organo di autogoverno delle toghe. I legali in difesa del magistrato perugino hanno confermato che ogni addebito è privo di fondamento "non avendo ella mai rivelato a nessuno notizie riservate e connesse alla propria funzione "