Perugino sorpreso dalla Polizia a bucarsi in auto

All'uomo è stata ritirata la patente di guida
Perugia

Erano circa le 18:30 di ieri quando una chiamata al 113 segnalava la presenza di un’auto in via Cotani nella quale vi era qualcuno che stava assumendo stupefacenti.

All’arrivo della Volante l’uomo a bordo dell’auto, un 47enne perugino, era fuori dall’auto dal lato guida accanto allo sportello aperto. Aveva ancora l’ago nel braccio.

Alla vista dei poliziotti, il 47enne estraeva immediatamente la siringa cercando di gettarla lontano da sé tra alcuni cespugli.

Avvicinatisi, gli agenti procedevano al controllo dell’uomo che mostrava chiaramente la tipica sintomatologia riconducibile ad una recente assunzione di droga.

Pur con molte difficoltà dato lo stato confusionale del 47enne, i poliziotti riuscivano a farsi consegnare i documenti d’identità e gli accertamenti effettuati rilevavano numerosi pregiudizi.

Emergeva inoltre che il perugino era sottoposto al regime di affidamento in prova ai servizi sociali per provvedimento del Tribunale di Sorveglianza di Perugia che, concedendo la misura gli aveva imposto obblighi e prescrizioni: tra queste, in via primaria, il divieto di assunzione di stupefacenti.

Gli operatori notavano che l’auto dell’uomo presentava evidenti segni di un recente sinistro: cristalli dei finestrini infranti, parabrezza crepato oltre a numerose ammaccature.

Avviati gli accertamenti sulla vettura si verificava che il 47enne era andato a sbattere, poco prima, contro le barriere del passaggio a livello di via Volumnia a Ponte San Giovanni.

Accompagnato in Questura per gli accertamenti previsti, è stato sanzionato per possesso finalizzato all’uso personale di stupefacenti e gli è stata ritirata la patente di guida.

L’episodio potrebbe valergli la revoca della misura alternativa dell’affidamento in prova.