Gadtch Perugia, sfida da cardiopalma contro l'Eta Beta Fano

Grande sfida quella giocata al PalaPellini tra Gadtch Perugia e Fano
Perugia

Era quasi un derby, quello che è andato in scena al PalaPellini tra Gadtch Perugia e Fano, visto che tra le fila della compagine marchigiana vi sono numerosi umbri, a partire da mister Federico Mariotti, e ciò ha contribuito allo spettacolo di carattere offerto da questo match, il cui successo è finito proprio nelle mani degli ospiti che nell’ultimo minuto di gioco hanno portato a casa il risultato: 3-5, nonostante una grandissima prestazione dei padroni di casa. La gara pareva segnata già dall’inizio, con i fanesi alla ricerca dei punti play off, e con i perugini che giocavano sono per l’onore di rappresentare la città, visto che la salvezza matematica è già stata raggiunta da tempo, ma nonostante questo, sono stati bravissimi a mettere in difficoltà nonostante le assenze e gli infortuni la squadra ospite. Dopo il pronti via, passano ben sette minuti prima della vera occasione pericolosa, con Fiorucci che salva su Bei, contropiede e Carpinelli è costretto alla parata di piede su Caldarelli. La gara è intensa, e proprio all’8’ si sblocca con Bei, lesto a superare Fiorucci. Il Fano ha più esperienza nelle gambe, e si vede, la Gadtch mette però grinta nelle sue giocate e al 13’ solo una grande uscita di Carpinelli evita ad Amendola la gioia del gol. Rete che arriva, ma per gli ospiti, al 14’ con una botta da fuori di Laurencete: 0-2. Neanche un minuto di gioco, che la Gadtch torna subito in corsa, con una rete di Oubakrim propiziata da una grossa incomprensione tra Carpinelli e Capotosti: 1-2. L’intervallo carica i ragazzi perugini che nella ripresa escono fuori con un altro spirito, sontuose le prove di Amendola, Ciafardini e Mazzoli che in fase difensiva concedono davvero poco agli avversari che dopo tre minuti si caricano di 4 falli, al 6’ arriva la rete di Caloni (prima in serie B), che recupera palla, si porta a spasso tutta la squadra avversaria e con una bordata supera Carpinelli: 2-2. La gara cresce di intensità, ed è un vero spettacolo per i presenti al Pellini, e si arriva al 13’, episodio chiave del match, quando c’è la contestata espulsione di Amendola, con conseguente penalty, Laurencete non sbaglia: 2-3. La Gadtch però non rallenta e al 14’ subisce il sesto fallo, è tiro libero, sulla palla va Mignini, che non sbaglia ed è 3-3. Gli ultimi sei minuti del match sono da cardiopalma, fino al 18’, quando Mariotti inserisce l’uomo di movimento, che porta subito i suoi frutti, grazie anche a due svarioni della Gadtch, segnano Ettaj e Laurencete, 3-5, gara finita.

“E’ innegabile che abbiamo fatto una grande partita – commenta a fine match mister Marco Veschini – in cui nel computo finale si sono fatte sentire le assenze che avevamo, e i giocatori che sono scesi in campo stringendo i denti, ma sono contento della prova, peccato per l’espulsione di Amendola, che a mio parere è stato l’episodio che ha cambiato il match. Anche dopo questa gara è evidente la crescita che la nostra squadra ha avuto, peccato che con questo match chiudiamo virtualmente il campionato, visto che l’ultima gara della stagione sarà tra un mese. Quindi non posso che ringraziare i ragazzi per quanto hanno dato in questo campionato, abbiamo vissuto momenti difficilissimi ma ne siamo usciti come una squadra, abbiamo lottato e siamo venuti fuori, sicuramente non è stato facile. Ora valuteremo con la società quale dovrà essere il futuro, ma sono felice di aver trasmesso a questa squadra la giusta carica agonistica e la giusta mentalità per affrontare questa categoria”.

GADTCH PERUGIA 2000: Fiorucci, Ciafardini, Caloni, Amendola, Mignini, Caldarelli, Aouad, Oubakrim, Frentescu, Bonomo, Mazzoli, Svevi. All. Veschini

ETA BETA FANO: Carpinelli, Molini, Pietrelli, Lourencete, Capotosti, Pazzaglia, Ettajm, Severini, Palazzi, Bei, Peverini, Bacciaglia. All. Mariotti

RETI: pt (1-2): 8’ Bei, 14’ Lourencete, 15’ Oubakrim; st: 6’ Caloni, 13’ Laurencete (rig), 14’ Mignini (tl), 19’30”Ettaj, 19’40”Laurencete

NOTE: espulsi: 13’ st Amendola, 19’35” st Carpinelli