Prima pietra della nuova Carducci-Purgotti

«Sarà un’opera avveniristica, tra le più belle, attrezzate ed innovative della città» promettono il sindaco di Perugia Andrea Romizi e la presidente della Regione Catiuscia Marini
Perugia

Dopo due lunghi anni di battaglie e di attese è stata posata la prima pietra che dà il via ai lavori per il nuovo complesso scolastico Carducci-Purgotti, abbattuto dopo i danni del terremoto del 26 ottobre 2016.
Quando la scuola fu rasa al suolo venne promesso ai ragazzi che sarebbero rientrati nelle loro aule moderne e più sicure per l'anno scolastico successivo. Ma da allora non è stata rimessa una pietra in loco, e si è dovuto attendere fino ad ora per poter vedere avviare la ricostruzione.

Sono trecento gli studenti della Carducci-Purgotti che rivogliono la propria scuola. Non ce la fanno più a vivere in aule dislocate fra la “Giovanni Cena” e la “Lombardo Radice”.

«Sarà un’opera avveniristica, tra le più belle, attrezzate ed innovative della città» promettono il sindaco di Perugia Andrea Romizi e la presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini, presenti alla cerimonia.