Perugia, alla “Gabelli” il riconoscimento Unicef

La primaria riceve la targa di “Scuola Amica delle bambine, dei bambini e degli adolescenti”
Perugia

C’è una scuola che sta lavorando bene per far crescere i bambini, per far crescere menti eccellenti che guideranno la nostra società”. Con queste parole Iva Catarinelli, presidente regionale dell’Unicef, accompagnata dalle note della canzone “Imagine” di John Lennon, interpretata dal gruppo Kids United, ha assegnato alla scuola primaria “A. Gabelli” di Perugia il riconoscimento “Scuola Amica delle bambine, dei bambini e degli adolescenti”.

Il progetto, a cui la scuola perugina ha partecipato, vede la collaborazione tra l’Unicef Italia e il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) ed è finalizzato ad attivare prassi educative volte a promuovere la conoscenza e l’attuazione della Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. L’intento di “Scuola Amica” è quello di coinvolgere dirigenti scolastici, docenti e alunni in un percorso che mira a dare piena attuazione al diritto all'apprendimento dei bambini e dei ragazzi.

Un momento di festa per l’intero plesso, ma soprattutto per gli alunni, i veri protagonisti del progetto, che per l’occasione hanno recitato poesie e presentato i lavori fatti in classe con le insegnanti sulla Convenzione dei diritti dell’infanzia e in particolare sul diritto al gioco, alla sicurezza, all’istruzione, alla vita, all’espressione e all’essere protetti.

Nel consegnare la targa Catarinelli, insieme alla referente regionale dell’associazione “Nati per leggere”, Rita Boccanera, che da tempo collabora con progetti di lettura alla Gabelli, ha ricordato l’importanza di dare a ciascun bambino la giusta opportunità per aiutarlo ad inserirsi in modo positivo nella nostra società e superare il fenomeno della dispersione scolastica.