Ponte San Giovanni, quella rotatoria che non s'ha da toccare

Commercianti di via Adriatica preoccupati per la nuova viabilità della zona
Perugia

Di Gino Goti - Chiedono un incontro con i responsabili della viabilità comunale i commercianti di via Adriatica per la ventilata eliminazione della rotatoria tra la stessa via e via Atalanta-via della Scuola. Ritengono infatti che sia necessario avere dei chiarimenti e, magari, sottoporre delle proposte alternative a quella che dovrebbe essere la nuova viabilità in quella zona con l'entrata in funzione (chissà quando) del sottopasso tra via Volumnia e la stessa via Adriatica: Con l'apertura del sottopasso sarà, conseguentemente, chiuso il passaggio a livello della ferrovia Centrale Umbra all'inizio di via Manzoni. Sarà comunque determinante la segnaletica per consentire a chi viene da via Manzoni, diretto a Perugia o in direzione superstrada, di poter usufruire dei parcheggi riservati alle attività commerciali sul lato della strada con numerazione pari, in pratica di fronte al CONAD fino alla rotatoria parabolica per l'ingresso in superstrada. Il mantenimento della rotatoria, a detta dei commercianti di via Adriatica, non comporterebbe complicazioni con la nuova viabilità. Una rotatoria che, da quando è stata inaugurata, dicono sempre i commercianti, è stata utilissima a disciplinare il traffico di un'arteria molto utilizzata, essendo il principale ingresso a Ponte San Giovanni e l'uscita più importante per raggiungere, con la superstrada, le autostrade per Roma o per Firenze, oltre che per i numerosi ingressi a Perugia.