Pusher tunisino arrestato a Fontivegge

Pronto intervento della Polizia dietro segnalazione di un cittadino
Perugia

Continua l’attività di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti in zona Fontivegge da parte della Polizia di Stato. In zona Fontivegge, un cittadino segnalava al 113 la presenza di persone sospette nei pressi di un bar. I poliziotti, una volta intuito che, sulla base delle descrizioni dei soggetti fornite dal cittadino e delle circostanze di tempo e di luogo, poteva trattarsi di un’attività di spaccio, intervenivano tempestivamente con più equipaggi, bloccando le possibili vie di fuga nel caso cui le persone segnalate avessero tentato di allontanarsi. L’azione degli Agenti si rivelava corretta.
Infatti, al momento del loro arrivo, gli operatori notavano due stranieri i quali stavano “contrattando”, con una banconota in mano, presumibilmente per la cessione di sostanza stupefacente; alla vista delle volanti, i due si davano alla fuga in direzioni opposte.
Entrambi venivano bloccati dalla Polizia.
Il primo, un cittadino tunisino 19 enne, presunto acquirente della droga e già noto alle forze dell’Ordine come assuntore di sostanza stupefacente.
Il secondo, un cittadino tunisino 48enne, presunto venditore della droga, irregolare sul territorio nazionale e avente precedenti specifici in materia di stupefacenti, prima di essere bloccato dagli Agenti, tentava di disfarsi di un involucro contenente quasi 20 grammi di marijuana.
Inoltre, il cittadino tunisino 48enne, oltre a fornire agli Agenti delle generalità ritenute non veritiere, veniva trovato in possesso di alcuni oggetti considerati come provento di furto.
Per tali motivi, il cittadino tunisino 48 enne veniva arrestato e messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria per il reato di spaccio di sostanze stupefacenti e altresì deferito per i reati di false generalità fornite a Pubblico Ufficiale e ricettazione.