Centrodestra, prove di dialogo per ricompattare la coalizione

L’incontro voluto da Energie per l’Italia ha fatto il punto sulle linee guida da adottare
Perugia

Il Centrodestra dell'Umbria si è dato appuntamento alla sala delle Muse dell'Hotel “Alla Posta Dei Donini” di San Martino in Campo - Perugia.
Una serata di dialogo e di confronto, a cui ha fatto da coordinatore Andrea Calabro, segretario regionale di Energie per l'Italia, il movimento che ha organizzato l'evento e che fa capo a Stefano Parisi.
L’invito a partecipare, rivolto ai sindaci e ai consiglieri regionali eletti nella coalizione del centrodestra in ambito umbro, aveva come intento l'obiettivo di ricompattare la coalizione che si è presentata alle elezioni del 4 marzo 2018.
Una occasione importante dunque per confrontarsi, partendo dal tema centrale dei “Trasporti”, considerato argomento collante del benessere e dell'economia del territorio.
È stato fatto il punto sulle ultime soluzioni e proposte riguardanti l’aeroporto, l’alta velocità, il trasporto pubblico cittadino, il sistema logistico del trasporto merci, le strade ed autostrade, ma l’evento ha avuto un significato prettamente politico.
Come ha ricordato nel suo intervento in videoconferenza il leader di EpI Stefano Parisi: «l'obiettivo è quello di arrivare uniti alle prossime sfide elettorali, puntando a dimostrare che dai territori si parte per unire e non per dividere».
«Ecco dunque - ha continuato Parisi - che la presenza di Energie per l’Italia nella coalizione in Umbria, come già avvenuto in Lombardia, Lazio e Sicilia, deve essere considerata come segno di garanzia di unità leale, consapevole, volta a programmi di benessere e sviluppo».

All'evento ha partecipato il sindaco di Perugia Andrea Romizi, che in questo momento rappresenta di fatto il catalizzatore principale e punto di riferimento dell'intera coalizione di centrodestra. Non a caso il dottor Calabro ha ribadito anche in questa occasione: «A Perugia sosteniamo Andrea Romizi, un esempio di buona amministrazione, capace di esprimersi con empatia nei confronti della città, dei suoi cittadini e dei suoi ospiti».
Un ruolo peraltro di cui sembra essere pienamente consapevole il candidato a primo cittadino del centrodestra. Non a caso un paio di ore dopo a Palazzo dei Priori Romizi si è incontrato con i vertici della Lega: l'occasione è stata quelle del “ritorno” a Perugia dell'attuale sottosegretario agli Interni, Stefano Candiani, fino a pochi mesi fa leader del partito di Salvini in Umbria.
Dunque nelle file del centrodestra si sta lavorando alacremente in vista dei prossimi appuntamenti elettorali. Per ora la coalizione vede schierati 4 partiti: Lega, Forza Italia, Fratelli d'Italia e Centro-Udc (che si traduce nella lista cinica di Progetto-Perugia-Romizi), ma l'altra lista civica pronta a scendere in campo - anche alla luce dell'incontro di ieri - potrebbe essere Energie per l'Italia.
Fra i presenti Andrea Pilati e Roberto Moroni di Forza Italia, Matteo Giambartolomei e Marco Squarta di Fratelli d’Italia, Valerio Mancini della Lega, il sindaco di Bastia Umbra Stefano Ansideri e l'onorevole Domenico Benedetti Valentini.
        Francesco Castellini