Perugina, raggiunto l’accordo

Conseguito il riequilibrio della fabbrica senza dovere licenziare nessuno
Perugia

E' stato raggiunto l'accordo per la Perugina. Lo hanno annunciato i vertici aziendali stamani in una conferenza stampa, sottolineando che è stato conseguito il riequilibrio della fabbrica senza dovere licenziare nessuno.
La vertenza sarà chiusa formalmente mercoledì con l'accordo finale per il piano sociale con le organizzazioni sindacali.
E' stato raggiunto - è stato detto - "pur in una situazione difficile" di riorganizzazione aziendale e di cambiamento di vita delle persone, l'obiettivo "di competitività ed equilibrio da una parte e dall'altra di soluzioni attente alle persone": ad affermarlo è stato Gianluigi Toia, direttore delle relazioni industriali di Nestlé Italia. Una vertenza quindi ormai alle battute finali e "chiusa in maniera positiva", con un investimento di 20 milioni di euro per il solo piano sociale da parte di Nestlé, anche perché gli accordi "sono stati fatti singolarmente ed individualmente con tutte le 364 persone".