Risolto il caso della ragazza sequestrata

Fermato il ragazzo, si tratta di un Magrebino
Perugia

Difficile convivenza tra una donna ed un nordafricano per continui litigi e violenze. Così i carabinieri, avvertiti dai vicini, hanno effettuato un blitz in via Fonti Coperte a Perugia senza tuttavia trovare la vittima che nel frattempo si era recata al pronto soccorso.

La segnalazione giunta al comando dei vigili urbani (si parlava di una donna segregata in casa) ha fatto scattare l’allarme e sul posto si sono recati una squadra di vigili del fuoco ed uno della polizia municipale che hanno provveduto a sfondare la porta senza tuttavia trovare la vittima.

Quando il magrebino è tornato a casa è stato interrogato e si è scoperto che alcuni giorni prima la compagna era stata picchiata e per questo se n’era andata da casa con il figlio di sei mesi.

Dalle varie testimonianze raccolte in giornata sembra anche che la donna sia stata gettata dalle scale da qui la medicazione al pronto soccorso.

Sulla vicenda stanno indagando i carabinieri per verificare la veridicità di quanto affermato dalle parti in causa per prendere gli opportuni provvedimenti.