Perugia, via libera al Piano sconto-parcheggi

Ma a pagare in centro storico saranno i residenti
Perugia

Via libera in Comune alla regolamentazione delle tariffe per i parcheggi in centro. Il Comune ha trovato il sistema di addebitare ad altri il recupero dei costi relativi agli sconti applicati, garantendo alla società Saba, detentrice della gestione dei parcheggi a Perugia (e per la segnalazione delle multe nei parcheggi), un ulteriore incremento delle entrate a discapito dei cittadini che dovranno pagare una tassa fissa per parcheggiare (solo i non residenti) anche in zone dove le strisce blu non sono giustificate, come ad esempio in via dei Filosofi, in via Savonarola, in tutta la zona di via Sicilia, a Madonna Alta e forse, tra un po', sarà la volta della zona stadio, cosa che potrebbe influire negativamente sui flussi dei passeggeri del Minimetrò.

In centro le tariffe verranno scontate del 20-30%, ma i residenti che vorranno parcheggiare in Piazza Italia dovranno pagare obbligatoriamente (tutti i giorni dalle 13 alle 20) la sosta, il sabato, addirittura, per tutto l'arco della giornata.

Rimane solo un po' di tempo a disposizione dei residenti nella ZTL, poi, con l'arrivo dei tassametri previsto entro il mese di Maggio, dovranno pagare una quota fissa nelle zone indicate.

Viene naturale porsi dunque la domanda del perché la stessa regola non debba valere per via Savonarola o per altre strade senza uscita, dove non sono legalmente previste le strisce blu ed a beneficiare di spazi inutilizzati sono solo i residenti a titolo gratuito? Tuttavia sconti più o meno del 20% non giustificano a Perugia il tariffario orario di 2,20 euro in ogni fascia oraria.