Perugia sicura, arrivano 107 nuove telecamere in città

La giunta Romizi dato l’ok al progetto finanziato principalmente dal ministero dell’Economia e finanze con 1,8 milioni (il Comune partecipa con un co-finanziamento di 40 mila euro)
Perugia

La giunta comunale di Perugia ha deciso che verranno installate in città 107 nuove telecamere per migliorare «il decoro e la sicurezza urbana». La giunta Romizi ha dunque dato l’ok al progetto finanziato principalmente dal ministero dell’Economia e finanze con 1,8 milioni (il Comune partecipa con un co-finanziamento di 40 mila euro) suddiviso in tre stralci funzionali.

Di queste 107 nuove telecamere 58 saranno installate presso gli svincoli della superstrada, 31 nel centro abitato di Ponte San Giovanni e 18 nel quartiere di Madonna Alta.
Nel dettaglio, il progetto prevede «il controllo – spiega il Comune – con sistemi tecnologici all’avanguardia delle possibili vie di fuga dalla città e dai centri abitati (svincoli della superstrada), la copertura del servizio nelle aree ove attualmente non sono presenti telecamere (Ponte San Giovanni) nonché il potenziamento del sistema nelle aree dove il numero degli impianti è esiguo rispetto alle esigenze delle forze dell’ordine (Madonna Alta)».

 Con l’iniziativa, inoltre, «si estende il sistema di videosorveglianza esistente con nuove telecamere e si potenzia la dotazione hardware/software della sala server e delle sale operative di questura, carabinieri e vigili urbani. Ciò per garantire il giusto dimensionamento e la corretta funzionalità del sistema stesso una volta ampliato».

Fra le altre cose a Fontivegge e in altre parti della città verranno introdotti nuovi strumenti di rilevazione delle infrazioni stradali e ulteriori intersezioni semaforizzate centralizzate.