Presentata a Montecitorio la terza edizione del "Perugia Love Film Festival"

Si terrà nel capoluogo umbro dal 1° al 7 Maggio prossimo
Perugia

La terza edizione del Perugia Love Film Festival avrà luogo nella prima settimana di maggio, dal 1 al 7 nel capoluogo umbro. Ad annunciarlo è stato il direttore artistico Daniele Corvi nella sala stampa della Camera dei Deputati a Roma. Grandissimi ospiti per questa edizione volta al rilancio turistico in Umbria dopo il terremoto. Ad aprire l’evento il primo maggio sarà Raoul Bova, a cui sarà consegnato il Grifone alla solidarietà. L’attore si è, infatti, distinto per la sua generosità, facendo un’importante donazione alle popolazioni terremotate. Bova ha accettato con grande entusiasmo l’iniziativa e farà tappa la sera del primo all’Hotel ‘Brufani Palace’.

Il 2 invece, all’Università per gli Stranieri di Perugia sarà presentata l’opera dello stesso direttore artistico Corvi ‘La concorrenza nel fashion system’. Durante la conferenza stampa a Roma è stato proiettato un video del regista Federico Moccia, che la sera del 5 verrà a Perugia a presentare il suo nuovo libro ‘Tre volte te’, proprio per testimoniare la sua vicinanza alle popolazioni terremotate dell’Umbria. I film scelti quest’anno rappresentano come sempre varie tipologie d’amore e sono stati realizzati tra il 2016 e il 2017: ‘Bianconeri Juventus Story’ dei fratelli La Villa, in programma il 2 alle 21 alla Sala dei Notari, rappresenta l’amore per una squadra di calcio; ‘Di tutti i colori’ di Max Nardari, sarà proiettato il 3 alla Sala dei Notari alle 21 e raffigura l’amore per la moda; ‘Crazy for football’ di Volfango De Biasi, vincitore del David di Donatello come miglior documentario che ritrae l’amore per gli indifesi, in scena il 4, alle 21, alle Officine Fratti; ‘Come diventare grandi nonostante i genitori’ della Walt Disney, per il quale i registi Luca Lucini e Gennaro Nunziante faranno una masterclass sulla scrittura creativa agli studenti delle scuole perugine. In questo caso il 5 maggio dalle 10 alle 13 sarà illustrato l’amore per la musica alla Sala Sant’Anna. Infine ‘Golden Five’ del macedone Goran Trenchvosky che rappresenta l’amore per l’indipendenza in scena il 7 alle 16.30 alla sala della Vaccara.

Grande attesa per il weekend di chiusura con due film Rai che rappresentano l’amore per la famiglia. All’anteprima nazionale di ‘In arte Nino’ di Luca Manfredi sfilerà un parterre d’eccezione con Elio Germano in testa, poi il 6 è annunciata la presenza di Luca Manfredi con la madre Erminia Ferrari, per ricordare l’indimenticabile figura di Nino Manfredi. Dulcis in fundo arriverà Matteo Rovere con ‘Veloce come il vento’, che conferma il fiuto di Corvi nel selezionare un altro film pluripremiato ai David. Lo scorso anno partecipò ‘Perfetti sconosciuti’ di Genovese. Film di qualità, libri, grandissimi ospiti colorano ancora di più la vivace kermesse il cui staff è composto da under 35. Corvi ha spiegato la sua idea del festival, il programma e gli obiettivi all’attenta e nutrita presenza di giornalisti alla Camera dei Deputati ribadendo la sua finalità di “far diventare il Perugia Love Film Festival un’importante tappa del cinema nazionale”.

A testimoniare il forte legame con le aziende private, colonne del festival, erano presenti in sala gli sponsor: Metalprogetti con Emanuela Santicchi ed Eva Scoccia e Unipolsai con Valeria Gubbiotti. Infine, il direttore artistico ha esortato tutti, seguendo l’indicazione dell’onorevole Adriana Galgano, organizzatrice della conferenza e del sottosegretario al Mibac Antimo Cesaro, a venire a Perugia. “Un gesto d’amore nei confronti di una città bellissima – ha concluso - che deve lasciarsi alle spalle il terremoto e deve rinascere”. Politica, imprenditori, universitari e grandi nomi del cinema sono la ricetta di Corvi ma adesso la palla passa al pubblico.