Perugia insudiciata da barbari incivili

Cittadini si organizzano per rendere più puliti luoghi cittadini
Perugia

C'è una Perugia che si organizza da sola per far fronte alle mancanze di un sistema pubblico che sta facendo sempre più acqua da tutte le parti. Vedi per esempio la sporcizia che insudicia piazza IV Novembre e, soprattutto il Loggiato della Cattedrale, dove, dopo notti di bagordi incivili, la mattina è tutto un mando di bottiglie, rifiuti e sconcezze varie. Ma, come sottolinea un bell'articolo della Nazione Umbria non solo la piazza principale di Perugia è “vittima” del degrado urbano le viuzze che si snodano nel centro storico rimandano l'immagine di un città “maltrattata”.
Si legge sul quotidiano... “La denuncia, con foto tristemente simbolo del degrado, arriva dall'immobiliarista Gianluca Papalini, residente del centro e da Eros Labanca, presidente dell'Ortosole, lo spicchio di verde sotto al Belvedere di Porta Sole, preso in gestione per “restituirlo” alla città. Peccato che diventi, insieme alle scalette, la discarica a cielo aperto dell'acropoli. «La mattina piazza Danti e piazza IV Novembre sono infestate da centinaia di bottiglie», racconta Papalini”.