Sbloccato il decreto milleproroghe, Fontivegge torna a sperare

Il Governo è tornato sui suoi passi e ha messo nuovamente a disposizione i fondi per le periferie
Canali:
Argomenti correlati
Perugia

Fontivegge, l'area più “calda” di Perugia, ora può sperare di tornare ad essere un quartiere normale. Il Governo è tornato sui suoi passi e ha messo nuovamente a disposizione i fondi per le periferie riservati dal decreto milleproroghe. A Perugia andranno i 16 milioni di euro promessi da Gentiloni. E così adesso il sindaco Andrea Romizi ha tutte le carte in mano per realizzare i progetti annunciati e promessi, consentendo a quella fetta più calda del capoluogo di diventare come promesso «il luogo intelligente della città». E allora, via con i progetti esecutivi portati in giunta dall’assessore Fioroni.

Il recupero dell’ex scalo ferroviario
Il primo, per l’importo di 1,5 milioni di euro, prevede il recupero, restauro e il consolidamento dell’edificio ex scalo-merci, oggi di proprietà di Rete Ferroviaria Italiana Spa, con destinazione, nell’ambito della promozione delle attività creative della cultura giovanile, all’insediamento di laboratori legati alle arti grafiche e multimediali e della Biblioteca delle Nuvole, spazio dedicato interamente al fumetto e all’illustrazione. Nell’immobile, altresì, verrà realizzato un Centro di grafica avanzata, che svolga la funzione di formazione, produzione e diffusione di contenuti ad elevato livello tecnologico nei settori della grafica, della realtà virtuale e aumentata e della produzione multimediale.

La Palazzina delle Arti
Il secondo progetto, per 480mila euro, prevede il recupero della palazzina, di proprietà Rfi, da adibire, sul modello della “Maison des Artistes”, ad attività ricreative/artistiche con la presenza di laboratori, spazi espositivi ed alcune camere per ospitare temporaneamente artisti anche provenienti da altri Paesi, con significativi miglioramenti in tema di accessibilità per le persone con disabilità.

L’ex parcheggio Metropark
Con il terzo ed ultimo progetto, per l’importo di 970mila euro, si prevede infine la riqualificazione dell’area occupata dal parcheggio ex Metropark, mantenendo inalterata la destinazione d’uso ma ottimizzando la funzionalità, gli accessi, la connessione con la stazione e con tutti i servizi dell’area; si prevede anche la demolizione dei volumi dell’ex distributore per rendere il parcheggio maggiormente fruibile e connesso pedonalmente alla stazione.

“Si tratta, nel dettaglio -  il commento dell’assessore Fioroni –, di tre progetti innovativi che sono in grado di favorire la riqualificazione e rivitalizzazione dell’area di Fontivegge/Bellocchio“.