Pedofilo condannato a 6 anni e 8 mesi di reclusione

Istigava la madre a fare foto oscene alla figlioletta di 8 anni
Perugia

Pedofilo condannato dal tribunale di Perugia con rito abbreviato a 6 anni e otto mesi di reclusione. 
L'uomo, ex dirigente pubblico di 43 anni di Brindisi, brindisino, in udienza ha negato gli addebiti che aveva confermato al momento dell'arresto. Per il tribunale "ha istigato la madre a produrre materiale pedopornografico con la figlia di otto anni, dirigendola passo passo e ordinando con tono imperativo, le posizioni oscene che la bambina doveva assumere e istigandola a compiere atti sessuali con la figlia". 
Condannata anche la donna perugina, a cui è stato riconosciuto il vizio parziale di mente. Per lei comminata la pena di due anni e dieci mesi. Ora è in libertà vigilata.
Nel caso per cui è stato condannato ha sfruttato "l'evidentissima debolezza psicologica della donna". Che non è sfuggita a un'operatrice di un call center di cartomanzia a cui si era rivolta e che ha denunciato tutto alla Polizia. La donna è difesa da Alessia Modesti e Francesco Narducci, il brindisino da Luca Gentili e Alessandra De Filippis. La bambina, parte civile, da Marco Brambatti.