Donate 5 poltrone alla Stroke Unit di Perugia

I medici: “Per il paziente colpito da ictus è il ritorno alla vita”
Perugia

Come ricordare un familiare rendendo un servizio ai pazienti che si trovano nella sua stessa condizione. Con questo spirito sono stati donate cinque poltrone di avanzata tecnologia alla Stroke Unit del S. Maria della Misericordia da una famiglia perugina in memoria di un congiunto scomparso. “Si tratta di poltrone di ultima generazione, con schienale reclinabile e gambali inclinabili, progettate e costruite da una azienda umbra specializzata, indispensabili per la riabilitazione dei pazienti colpiti da ictus – sottolinea il responsabile della Stroke Unit dottor Maurizio Paciaroni -. Nella fase acuta della malattia, il passaggio da una posizione supina alla poltrona rappresenta, tra l’altro, una svolta psicologica molto importante. Le poltrone donate alla nostra struttura - aggiunge il dottor Paciaroni - vanno ad ampliare i presidi necessari per la riabilitazione precoce dell’ictus cerebrale”.

Durante la semplice cerimonia di donazione in memoria di Giuseppe Truppa, imprenditore perugino ricoverato in passato presso la Stroke Unit, la moglie ha voluto ricordare “come il passaggio posturale in poltrona, rappresentò per Pino un primo importante passo verso l’autonomia, felice di poter seguire il calcio in televisione e ritrovare la giusta motivazione per riprendere la sua attività”.

La Stroke Unit dell’Azienda Ospedaliera è dotata di dodici posti letto ed ogni anno assiste 400 pazienti degli 800 circa colpiti da ictus.