Crisi Astaldi, si fa avanti Salini Impregilo

Manifestazione d'interesse del competitor, intanto il titolo del gruppo risale. La Marini chiede un tavolo a Toninelli
Perugia

Novità sul fronte della crisi Astaldi. Salini Impregilo, il massimo competitor del gruppo romano ha avanzato una manifestazione d'interesse per l'Astaldi, travolta dai debiti e finita in concordato in bianco.
Come riporta il Corriere dell'Umbria sul fronte delle quotazioni il gruppo ha perso ancora in borsa scendendo ieri dell'1,57%. Sul fronte locale la presidente della Regione Catiuscia Marini non ha perso tempo e, come previsto, ha inviato una lettera al ministro delle Instratture Danilo Toninelli per rappresentare la difficile situazione del sistema delle costruzioni a seguito della crisi Astaldi nell'ambito dei lavori del Quadrilatero.
Nella missiva la governatrice fa presente dell'incontro che c'è stato in Regione il 31 ottobre scorso durante il quale è stata messa in evidenza una "situazione che si aggrava di giorno in giorno e che sta esponendo le numerose imprese coinvolte ad un rischio concreto per la tenuta economico-finanziaria delle stesse, con conseguente incertezza per i lavoratori". La presidente ricorda che il cantiere è stato finanziato dalle legge Obiettivo del 2001 ed ha "già subito forti rallentamenti, dovuti alle vicissitudini legate alle imprese fallite. E' il momento di affrontare la situazione che si è determinata, per evitare che diventi insostenibile e causi il fermo definitivo delle lavorazioni e danneggi le imprese umbre coinvolte, alle quali, pur avendo prestato la propria opera e contribuito alle realizzazioni, oggi risulta non siano stati corrisposti i relativi compensi relativi ai lavori e forniture che invece sono stati riconosciuti all'affidatario". Marini chiede di "fissare un incontro al fine di una collaborazione istituzionale per la risoluzione dei problemi delle comunità umbra e marchigiana, dei cittadini, delle imprese e dei lavoratori coinvolti".

Le ultime notizie sulla Astaldi sono diffuse da Repubblica che oggi scrive:  Astaldi sale di quasi il 30% in Borsa dopo che  si è fatta avanti per rilevare le attività di costruzioni del gruppo romano in difficoltà finanziarie. Le azioni sono state anche sospese in mattinata in asta di volatilità, dopo aver segnato +28,7% a 0,5875 euro ().   
Secondo quanto riportato dal Messaggero, l'offerta vincolante dovrebbe arrivare a inizio dicembre attraverso una newco. "Riteniamo che il possibile intervento di Salini nel salvataggio di Astaldi sia necessario date le relazioni tra i due gruppi non solo a livello di lavori in corso ma anche di imprese di sub-contracting" osserva Equita sim sottolineando che "la crisi di Astaldi mette in pericolo la sopravvivenza di molte imprese che lavorano anche per Salini". Per la sim l'investimento nell'equity Astaldi resta non consigliabile ma potrebbe avere effetti positivi sul bond astaldi scadenza 2020 che attualmente scambia in area 23,5.
In Borsa le azioni Salini Impregilo sono positive (): "La presentazione dell'offerta è coerente con le intenzioni già espresse nei confronti di Astaldi ovvero un interesse parziale riservato ad alcuni asset del settore costruzioni, il tutto senza mettere a rischio l'equilibrio finanziario" commenta un'altra casa di investimento.