Esuberi Nestlè: nulla di fatto per i dipendenti

Nessuna buona notizia per i 364 operai e forse anche per gli impiegati
Perugia

Dopo più di tre ore di incontro tra sindacati, funzionari della nota associazione degli industriali, tenutosi presso la sede di Confindustria, con i dirigenti della Nesltè e le principali sigle sindacali, la Nestlè rimane ferma nelle sue posizioni .
L'incontro di ieri era importante per pianificare una comune strategia da proporre il 27 Settembre al Mistero dello Sviluppo economico dove ci sarà una riunione  con il sottosegretario Tersa Bellanova, assieme alle istituzioni locali,per riprendere il colloquio duramente conclusosi a Luglio, con il fine di evitare i 364 esuberi.
L'azienda rimane ferma nelle sue posizioni, anzi, con  molta probabilità, gli esuberi riguarderanno anche gli impiegati.
La Nestlè ha fatto una vera inversione di marcia contrariamente a quanto era stato siglato 17 mesi fa con i sindacati che avevano collaborato con la dirigenza della nota industria, sino a raggiungere un'intesa con lo stesso AD Nestlè; in quell'occasione venne affrontato il piano industriale da 60 milioni di euro in tre anni prevedendo tra l'altro un piano promozionale di rilancio nel mondo del prodotto di forza del gruppo, il Bacio. Oggi si è tornati a parlare insistentemente di esuberi.