Luca Ferrucci si è dimesso da commissario straordinario dell'Adisu

Il numero uno dell’Agenzia per il diritto allo studio universitario avrebbe ufficializzato le proprie dimissioni all'assessore Antonio Bartolini
Perugia

Si è dimesso dal suo incarico di commissario straordinario dell'Adisu il professor Luca Ferrucci.
Il numero uno dell’Agenzia per il diritto allo studio universitario avrebbe ufficializzato le proprie dimissioni direttamente all'assessore regionale Antonio Bartolini.
Sembra che fra i motivi ci sia anche la questione legata al progetto di costruzione dello studentato davanti alla complesso templare di San Bevignate, a Perugia.  
Commentando «con sorpresa» le dimissioni intorno all’ora di pranzo la giunta regionale le ha bollate come «incomprensibili».
Forse già in giornata verrà individuata una «figura tecnica, all’interno dell’amministrazione regionale, che per competenze gestionali e legali possa garantire la continuità del governo dell’Agenzia, e affrontare al tempo stesso anche la complessa e delicata vicenda dello studentato di via del Giochetto a Perugia, anche a tutela della contabilità pubblica e del patrimonio regionale».
L’Adisu, dice la Regione, deve «continuare a svolgere le sue funzioni, tenendo conto dei compiti istituzionali riguardanti il diritto allo studio e le responsabilità verso migliaia di studenti universitari che ogni giorno accedono ai servizi erogati dall’Agenzia».

Luca Ferrucci era stato nominato al vertice di Adisu dall'agosto 2016, al posto di Maurizio Oliviero.