Concorso nazionale “Rina Gatti”

Il 4 dicembre a Perugia verranno premiati i 10 vincitori della prima edizione
Perugia

Si svolgerà lunedì 4 dicembre, alle ore 16, nella Sala del Consiglio Provinciale di Piazza Italia a Perugia, la cerimonia di premiazione dei 10 vincitori della prima edizione del concorso nazionale “Rina Gatti”.
Promosso dall’associazione culturale Rina Gatti (di cui è presidente Giovanni Paoletti), dall’associazione Europa Comunica, in collaborazione e con il patrocinio della consigliera Provinciale di Parità Gemma Bracco, della Provincia e del Comune di Perugia, organizzato insieme alla casa editrice Bertoni, il concorso aveva preso il via nella scorsa primavera e la scadenza iniziale di fine luglio venne prorogata a settembre per le numerose adesioni ricevute.

L’iniziativa è stata ideata da Giovanni Paoletti e da Jean Luc Bertoni, insieme alla Consigliera Bracco, per dare una dimensione nazionale alle attività che riguardano la memoria e le opere della scrittrice umbra Rina Gatti. L’intento è stato quello di colmare un vuoto esistente nell’attività di promozione della scrittura, sia creativa che memorialistica, che mettesse al centro la donna e l’universo femminile in tutte le sue sfaccettature.
E’ così stato lanciato sulle varie piattaforme di Internet il concorso nazionale che chiedeva agli autori di “presentare un racconto breve oppure un diario breve della lunghezza massima di 15 cartelle che abbia ad oggetto le tematiche del mondo femminile, in particolare parità e disparità del rapporto tra uomo e donna, ruolo sociale della donna e sua modificazione a seconda del periodo storico e della cultura di riferimento, emancipazione della donna in contesti difficili, importanza della figura femminile nella trasmissione tra le generazioni di saperi e di valori, etc.”
Una letteratura al femminile quindi proposta però a tutti, uomini e donne, con l’intento di far emergere lo spettro più variegato possibile di storie che rappresentassero in parte quell’universo femminile che deve essere sempre più approfondito e conosciuto per cercare di affermare e consolidare i principi del rispetto e della solidarietà tra le persone e i generi.
Il concorso ha avuto una partecipazione che è andata oltre ogni previsione, hanno inviato le loro opere, al massimo 2 per concorrente, ben 123 autori distribuiti su tutto il territorio nazionale, da Trieste a Enna, da Cuneo a Reggio Calabria, da Como a Lecce, italiani e di origini straniere. In tutto sono stati messi in concorso 158 racconti e diari, un numero eccezionale ed imprevisto che ha messo non poco in difficoltà la Giuria del Concorso. Presieduta da Luciano Lepri, noto autore, curatore di mostre nazionali e stimato accademico, era composta da altri 4 membri: Cristina Gasparri, docente e traduttrice, Mimmo Castellano, musicista, cantautore e formatore, Lucia Magionami, psicologa ideatrice e animatrice dell’attività di Libroterapia, Cinzia Sposato, avvocato, giornalista, referente del Circolo dei Lettori di Perugia.

Dopo una difficilissima selezione sono stati dichiarati i 10 racconti vincitori della prima edizione, che diventano 11 grazie ad un ex-aequo, ed i rispettivi autori:
1°- La salamandra di Preta Maria Concetta - Vibo Valentia
2°- Il volo della colomba di Baro Giorgio - Torino
3° ex-aequo - La giovane donna di ieri, la donna che sono oggi di Cattini Sara - Reggio Emilia
3° ex-aequo - Quel giorno al porto di Buenos Aires di Bordone Sabrina - Genova
4° - Sì, padre, sono io di Censi Simone - Macerata
5° - La borsa della spesa di Mantovani Domenico Romano - Gorizia
6°- Quello che vale di Bianco Bruno - Asti
7°– Una seconda possibilità di Milana Sabrina - Reggio Calabria
8° – Il mare di Cantoni Doriana - Parma
9° - Teresa di Maida Stefania – Milano
10° - La scelta di Favoino Stamura – Guidonia
I racconti vincitori saranno raccolti e pubblicati nel volume “VI PARLERO’ DI LEI” che la Bertoni Editore sta predisponendo e che, al fine di rappresentare al meglio la grande varietà e complessità, sia stilistica che narrativa che di testimonianza, delle storie messe in concorso comprenderà anche altri 13 racconti segnalati dalla Giuria tra i quali ci sono anche autori locali come Giampiero Mirabassi, Maria Laura Antonini, Marina Palazzetti, Bruno Mohorovich e Annamaria Massari. Gli altri autori inseriti nella raccolta sono: Mario Trapletti di Roma, Elena Panciera di Vicenza, Anna Laura Cittadino di Rende, Vanes Ferlini di Imola, Laura Giorgi di Grosseto, Gabriele Andreani di Pesaro, Arianna Galli di Milano e Irene Sparagna di Latina.
Sarà dunque questo l’esito finale della prima edizione di un concorso che, grazie proprio al successo che ne ha decretato l’interesse e l’importanza sul piano nazionale, proseguirà anche nei prossimi anni, dando concretezza e forza a ciò chela scrittrice contadina Rina Gatti, paladina della memoria condivisa del ‘900, affermava: “la scrittura è la migliore compagna dei momenti difficili e l’amica gioiosa di quelli felici, è quella che mi ha permesso di rinascere e mi ha accompagnato nel risveglio dell’anima intorpidita dalle umiliazioni e dai soprusi”.
Il sindaco del Comune di Perugia ha concesso il patrocinio alla manifestazione e sarà rappresentato alla cerimonia di Premiazione dall’Assessore Diego Dramane Wagué.
Il 4 dicembre sarà quindi una festa per la scrittura e la creazione letteraria italiana, una festa in cui protagonista indiscussa sarà la donna in tutte la sue declinazioni.