Gli ex allievi dell’Istituto “Don Bosco” rinnovano il consiglio direttivo

In vista del centenario dell’Opera Salesiana perugina
Argomenti correlati
Perugia

di Bruno Di Pilla - Nel solco dei tradizionali convegni annuali, sabato prossimo 8 dicembre, festa dell’Immacolata, gli ex allievi salesiani di Perugia si ritroveranno in via San Prospero, presso l’Istituto “Don Bosco”, non solo per riabbracciarsi in letizia e con qualche capello bianco in più, ma, soprattutto, per rinnovare il consiglio direttivo. Agli eletti, infatti, spetterà il non facile compito di preparare per tempo, sin nei dettagli, il calendario degli eventi che dovranno caratterizzare l’anno di grazia 2022, nel corso del quale verrà celebrato il centenario della presenza salesiana nel capoluogo regionale.

Proprio per stimolare un massiccio afflusso alle “urne” dei tanti ex allievi, che, a vario titolo, nei decenni scorsi hanno frequentato le scuole ed i campi sportivi del grande edificio intitolato al Santo dei giovani, fin dallo scorso mese d’ottobre si sono attivati, con strumenti tecnologici e tradizionali, l’attuale Direttore, don Giorgio Colajacomo, e lo storico Presidente dell’Unione Fausto Santeusanio, il cui entusiasmo operativo è stato supportato da personaggi che hanno speso tutta una vita al servizio dell’Istituto, dei ragazzi e delle loro famiglie: Lanfranco Papa, Giuliano Molinari, Claudio Rossi, Enrico Gorla, Claudio Cristallini, Alberto Stafficci, Elvisio Regni, Paolo Pocceschi.

Questa la “cronologia” della giornata: alle 9,30 accoglienza, tesseramento e votazioni per il rinnovo del consiglio di presidenza. Alle 10 inizierà il convegno vero e proprio, nella sala-conferenze “San Prospero”, con i saluti del Direttore Colajacomo e del Presidente Santeusanio, cui seguiranno interventi, particolarmente attesi, da parte dei Superiori di un passato non soltanto recente: don Pasquale Santoro, don Umberto Tanoni, don Pietro Diletti, don Nicola Cupaiolo. Anche loro ricorderanno gli ex allievi da qualche mese scomparsi: don Dante Ceccarelli, Francesco Cimarelli, Giulio Maribelli e Vinicio Minestrini. Quindi, prima della Celebrazione Eucaristica in palestra, programmata per le 12,15 e presieduta da don Pietro Diletti, parlerà il presidente nazionale ex-allievi Giovanni Costanza, che consegnerà un distintivo d’oro all’impareggiabile “veterano” Claudio Rossi, per oltre mezzo secolo segretario contabile dell’Opera perugina. Infine, alle 13,15, i discepoli di Don Bosco si recheranno nell’omonimo salone per il pranzo comunitario, durante il quale, come ogni anno, una lotteria di beneficenza ne allieterà ulteriormente i cuori.