Inaugurata la mostra di Lorenzo Fonda “Tra sacro e profano”

La personale è visitabile fino al 31 maggio alla Galleria Artemisia di Perugia
Perugia

E' stata inaugurata sabato 7 aprile alla Galleria d'arte Artemisia, di via Alessi, 14/16, la mostra dell'artista Lorenzo Fonda.

La mostra, che si potrà visitare fino al 32 maggio, nasce da un’idea del maestro Giuseppe Fioroni che, dopo un casuale e conviviale incontro con l’amico Lorenzo ha voluto, vincendo la sua riservatezza, farlo uscire dalla voluta solitudine e dal silenzio in cui ha sempre lavorato, portando all’attenzione del pubblico le opere e le emozionanti e interessanti esperienze artistiche dell’amico.

Tre incontri collaterali alla mostra:

21 aprile, ore 18
tema: La forte amicizia con Alberto Burri e Giorgio Albertazzi 

5 maggio, ore 18.00
tema: L' esperienza alla corte della regina di Giordania

19 maggio, ore 18.00
tema: La scoperta della tomba dei Cutu e il grande progetto di decorazione della volta della chiesa di Monteluce

Lorenzo Fonda nasce a Pirano (Istria) il 27 marzo 1947.
Dopo il passaggio della terra natale alla Jugoslavia, il Maestro è costretto a trasferirsi a Trieste con la famiglia, per poi giungere nel 1963 nella nostra Città.
La passione per la pittura nasce dopo un soggiorno a Parigi, colpito in particolare dai lavori di Toulouse-Lautrec e Picasso. Nel 1963 intraprende la carriera artistica, mentre nel 1969 organizza la sua prima mostra personale.
Nel 1976 il Maestro si laurea in medicina e chirurgia, pur continuando l’attività pittorica.
Nei primi anni ’80 il Dott. Fonda è a contatto con Alberto Burri, che lo invita personalmente in America ed è del 1984 la sua prima mostra a Washington.
Nel 1988 il Maestro Fonda è autore del manifesto di Umbria Jazz 88 e nello stesso anno collabora con Giorgio Albertazzi, di cui crea la scenografia per “Dannunziana”.
Nel 1989, in occasione del summit USA-URSS “Green Glasnost”, organizzata dall’attore Robert Redford, molti dei suoi lavori sono presi a simbolo rappresentativo di questo storico incontro.
Negli anni successivi il Maestro Fonda ha continuato la sua opera collaborando in diverse importanti manifestazioni e presentando i suoi lavori a personalità di tutto il mondo: il re Hussein di Giordania, gli Emiri del Qatar, Madonna, Umbriafiction, Universal Expo 2005 in Giappone, rappresentano solo alcuni esempi.