Giubilei presenta due liste civiche legate alla sua candidatura

Nella squadra politica due donne capolista
Perugia
“Una squadra forte, composta da persone preparate e motivate. Gente nuova, che può dare una qualità diversa, una svolta alla nostra città, liberandola da incrostazioni e sedimentazioni antiche. Un movimento con un’impronta fortemente civica, che sono convinto potrà esprimere una parte della futura classe dirigente di Perugia, sia per le qualità personali e professionali che ciascun componente della squadra elettorale porta con sé, sia perché è tenuta unita da un progetto per la nostra città che guarda almeno ai prossimi 15 anni”. Sono le parole di Giuliano Giubilei - candidato sindaco di Perugia, sostenuto dalla coalizione di centrosinistra alle elezioni amministrative 2019 - per descrivere il team che compone le due liste civiche direttamente legate al suo nome, che faranno parte dello schieramento che lo affiancherà nella competizione elettorale.
“Giubilei Sindaco - Idee, Persone, Perugia” e “Rete civica - Perugia in Europa con Giubilei” sono due formazioni rappresentative di molte anime della società e dei territori di Perugia. Composte da professionisti, studenti, rappresentanti del mondo dell’associazionismo laico e cattolico, del mondo dello sport, delle comunità straniere, che contano anche giovani che voteranno per la prima volta. Grazie all’affinità dei temi che ne hanno ispirato nascita e costituzione, le due formazioni hanno potuto contare anche sull’adesione di +Europa e di un movimento espressione della città come Anima civica.
“Rete civica - Perugia in Europa con Giubilei” avrà due donne come capoliste. Diletta Paoletti, assegnista di ricerca all’Università di Perugia esperta di fondi europei, e Costanza Spera, laureata in Scienze politiche, molto impegnata con il mondo studentesco.
In cima alla lista “Giubilei Sindaco - Idee, Persone, Perugia” ci saranno invece la neuropsichiatra Fiammetta Marchionni e Fabrizio “Fofo” Croce, una figura molto competente e conosciuta nell’ambiente culturale della città.
La presentazione alla stampa di oggi (venerdì 26 aprile a Perugia) è stato l’atto di completamento della Coalizione, che si avvale anche dell’importante sostegno dei partiti tradizionali. Le due civiche si vanno, infatti, ad aggiungere alla coralità di forze del centrosinistra che sostengono la candidatura di Giuliano Giubilei a sindaco di Perugia: dai Socialisti a Civica popolare, dal Partito democratico ad Articolo 1 - Mdp.
Alle due liste civiche, per cui il candidato sindaco si è detto “soddisfatto del lavoro portato a termine per comporle e della qualità che esprimono”, è affidato l’obiettivo di intercettare simpatia, interesse e sostegno di tutta la città e rappresentano l’intento comune di costruire un progetto per Perugia nel quale tutti si possano riconoscere, al di là degli schieramenti politici. Un progetto ambizioso che guarda ad una città del futuro, che riconquisti il proprio ruolo internazionale e metta al meglio a frutto le proprie grandi potenzialità. Un progetto che vada oltre la gestione dell’esistente e del quotidiano dell’attuale amministrazione, che è stata talmente inefficace da lasciare vuoti e inutilizzati spazi come Turreno e Mercato coperto, oltre ad avere puntato la propria strategia di sviluppo economico e urbano unicamente sui centri commerciali.
“Il nostro lavoro, per la fase conclusiva e più intensa della campagna elettorale - ha proseguito Giuliano Giubilei - continuerà assieme a i tutti candidati, che saranno impegnati in prima persona in iniziative che coinvolgeranno cittadini e associazioni. Continueremo ad andare nei territori, per confrontarci su problemi e necessità di ogni area di Perugia, parlando direttamente con le persone che vivono la città. Stasera, ad esempio, saremo a Castel del Piano, perché l’ascolto e la cura dei quartieri e delle frazioni continuerà ad essere uno dei temi fondamentali della nostra azione e tra i punti qualificanti della nostra proposta. Oltre alla partecipazione, gli argomenti più importanti del nostro progetto continueranno ad essere ambiente, cultura, sociale, trasporto pubblico, sviluppo urbano ed economico. Il nostro programma - ha concluso Giuliano Giubilei - nonostante sia già definito nelle sue fondamenta, continuerà ad essere costruito e arricchito nelle settimane che ci separano dal voto, attraverso l’accoglimento delle proposte dei territori, delle associazioni, dei cittadini”.