Futsal, archiviato il match di coppa Italia la Gadtch si tuffa nel campionato

Sabato al PalaPellini arriva lo Chaminade. Mister Cistellini: “Spogliatoio unito”
Perugia

Dopo la sconfitta di martedì sera in Coppa Italia di serie B, per 5-6, contro il Buldog Lucrezia, ora la Gadtch Perugia 2000 si prepara al match di serie B di calcio a 5 di sabato pomeriggio alle 15.30, al PalaPellini, dove l’avversario di turno sarà lo Chaminade.

“La partita di martedì sera – commenta mister Emanuele Cistellini – era proibitiva, sia perché per qualificarci al turno successivo avremmo dovuto vincere con tre gol di scarto, sia per il valore dell’avversario, che comunque è giusto ricordarlo è primo nel nostro girone di serie B punteggio pieno, non a caso”.

Il 5-6 finale, dice che comunque la Gadtch gli ha dato vita dura…

“Per lunghi tratti abbiamo fatto bene, purtroppo siamo in un periodo in cui commettiamo, e veniamo puniti, troppo errori individuali e su questi prendiamo sempre gol. Però ci eravamo prefissati di giocarcela a viso aperto e al massimo delle nostre potenzialità e visto quanto è stata intensa e combattuta la gara l’abbiamo fatto”.

Sabato, nonostante il passivo più pesante (4-1), in campionato, sempre con il Buldog Lucrezia, la gara era stata tirata comunque…

“Certo, basti considerare che a sette minuti dalla fine stavamo solo 2-1, con qualche occasione per pareggiare da parte nostra, ma magari abbiamo creato meno rispetto a ieri sera, ma giocando comunque con onore contro la capolista e probabilmente non meritando quel passivo”.

Sabato il match con lo Chaminade, che gara si aspetta?

“Sappiamo che è una squadra molto quadrata, e con giocatori importanti, non a caso, sabato scorso contro il Corinaldo, ha recuperato uno svantaggio di 0-4, portando a casa la vittoria per 5-4. Noi dalla nostra vogliamo fare la gara così come nelle ultime uscite, giocarcela a viso aperto per cercare di portare a casa un risultato positivo”.

In fondo la squadra è veramente unita…

“Assolutamente sì, anzi vorrei mandare un messaggio chiaro e deciso, l’ambiente, lo spogliatoio è unito, la società e la squadra stanno lavorando in simbiosi con umiltà e a testa bassa contro tutti e tutto, per ottenere l’obiettivo che ci si è prefissati in estate. Tutti ci stanno già dando per spacciati, o comunque ci stanno tirando addosso situazioni negative che non ci appartengono, anzi, con queste voci la squadra è ancora più compatta e decisa a perseguire gli obiettivi”.