Fontivegge: controlli a tappeto della Guardia di Finanza

Sequestrate numerose dosi di droga: uno studente coltivava marijuana
Perugia

Continua l’azione di controllo economico del territorio e di concorso al mantenimento dell’ordine e della sicurezza pubblica in città da parte delle unità specializzate del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Perugia.

Centinaia sono stati i controlli nel quartiere Fontivegge e nelle aree adiacenti allo scalo ferroviario portati a termine dai “Baschi Verdi” del Gruppo con l’ausilio delle unità Cinofile, che hanno consentito nelle ultime settimane di sequestrare più di 100 grammi di sostanze stupefacenti di vario tipo. Per 3 consumatori, di età compresa tra 16 e 45 anni, il rilevante quantitativo detenuto ha fatto scattare anche la segnalazione alla locale Procura della Repubblica.

In un caso, le attività di perquisizione condotte nei confronti di uno studente di 20 anni hanno disvelato la presenza, nel proprio appartamento, sempre ubicato nel quartiere, di una vera e propria serra. Il giovane, oltre ai semi, aveva acquistato speciali attrezzature per il controllo dei cicli dell’irraggiamento, dell’umidità e dell’areazione, costituiti da timers, lampade UVA/UVB, igrometri e ventilazione forzata, che stava allestendo per la coltivazione “indoor” delle piante di marijuana. L’intero materiale è stato sottoposto sotto sequestro prima che il ragazzo riuscisse a realizzare la propria “piantagione privata”. Ben 25 soggetti sono stati segnalati all’Autorità Prefettizia per detenzione di sostanza stupefacente per uso personale.

Tra questi, spicca la presenza anche di 5 minorenni. Durante i controlli, i Finanzieri hanno riscontrato anche altre irregolarità: in 7 casi si è proceduto all’immediato ritiro delle patenti per guida in stato di ebrezza o perché i conducenti delle autovetture controllate sono stati sorpresi in possesso di sostanze psicotrope. Si tratta di attività operative con le quali le Fiamme Gialle Perugine assicurano il loro concorso alle altre Forze di Polizia, sotto la costante direzione del Prefetto di Perugia, per il mantenimento dell’ordine e della sicurezza pubblica nel territorio dell’intera provincia.