Perugia, celebrata la 165ma Festa di Fondazione della Polizia di Stato

Imponente l'attività svolta nel corso dell'ultimo anno
Perugia

Con una solenne cerimonia alla presenza delle maggiori autorità regionali e locali, si è svolta a Perugia la celebrazione del 165° anniversario della Fondazione della Polizia di Stato. La cerimonia era stata preceduta dalla deposizione di una corona d'alloro alla presenza del Sottosegretario agli interni Gianpiero Bocci. Dopo la lettura del Messaggio del Presidente della Repubblica Mattarella, è stata data lettura del rapporto sulle attività svolte dalla Polizia di Stato nella provincia di Perugia dal 1 Aprile dello scorso anno al 30 Marzo di quest'anno.

Di seguito vengono rappresentati analiticamente e graficamente i risultati più significativi raggiunti dagli Uffici della Polizia di Stato operanti nella Provincia di Perugia nel periodo I° Aprile 2016 - 30 Marzo 2017. Tali dati sono stati raffrontati con quelli dell’analogo periodo dell’anno precedente.

Nel periodo di riferimento, a fronte di un deciso calo dei delitti commessi (21.177) ovvero (-15% nella Provincia, - 13% nel Comune di Perugia rispetto al periodo precedente), sono state tratte in arresto complessivamente 404 persone con un incremento pari all’8%, mentre sono state 1.626 quelle denunziate all’Autorità Giudiziaria.

Di rilievo sono stati i risultati ottenuti nella lotta al fenomeno del traffico e dello spaccio di sostanze stupefacenti, azione incisiva che nel periodo ha determinato il sequestro di ingenti quantitativi di sostanze stupefacenti e l’arresto di 154 persone tra corrieri e piccoli spacciatori. Di contro si è ridotto notevolmente il fenomeno delle morti per overdose, una morte a bimestre.

L’attività di prevenzione è stata integrata dall’adozione di 29 Ammonimenti del Questore per maltrattamenti in famiglia e Stalking, 113 Avvisi Orali e da 39 D.A.S.P.O., cioè il divieto di assistere a manifestazioni sportive. In numero di 215 sono state invece le persone allontanate dai Comuni di questa Provincia con Foglio di Via Obbligatorio e rimpatriate nei luoghi di residenza. Nel periodo in esame, sono state altresì accolte e adottate 5 misure di Sorveglianza Speciale di Pubblica Sicurezza, anche con l’importante collaborazione dell’Arma dei Carabinieri. L’attività di prevenzione di tipo patrimoniale prodotta dal settore di riferimento, ha determinato la confisca di beni mobili e immobili per un valore complessivo pari a 700 Mila Euro, di fatto appartenenti ad un noto pregiudicato residente in questa Provincia

Nel periodo in esame, sono stati espulsi dal Territorio Nazionale 349 cittadini stranieri risultati irregolari, di cui 48 sono stati accompagnati ai C.I.E e 93 alla Frontiera; gli stessi sono stati rintracciati, oltre che nell’ambito di operazioni di Polizia Giudiziaria, anche a seguito di numerose servizi ordinari e straordinari di prevenzione, attuati per contrastare la diffusione del fenomeno della prostituzione, dello spaccio di stupefacenti e dell’immigrazione clandestina.

Particolarmente impegnativa è stata l’attività connessa ai delicati servizi di Ordine Pubblico in occasione delle innumerevoli manifestazioni che hanno interessato la provincia. Innanzitutto vanno menzionati i servizi svolti in occasione del Giubileo della Misericordia, specie quelli di Assisi per le due Visite Pastorali di Sua Santità Papa Francesco, nel corso dei quali sono stati attuati dispositivi giudicati unanimemente puntuali, efficaci e discreti.

Di rilievo quelli per la gestione di Eventi Internazionali quali il Festival del Giornalismo, Umbria Jazz e il Festival dei due Mondi, le ripetute visite di personalità dello Stato e di illustri ospiti stranieri.

Nel periodo di riferimento sono stati effettuati 2.088 servizi di Ordine Pubblico.

Negli ultimi mesi dell’anno passato, particolarmente gravosi quelli di soccorso alle zone interessare agli eventi sismici, ove la Questura con il supporto di tutte le specialità della Polizia di Stato, di seguito ai fatti e al momento attuale, assicura l’impiego di circa 80 unità giornaliere affinché, nell’ambito di un articolato dispositivo, le operazioni avvengano in una adeguata cornice di sicurezza.

L’Ufficio del Personale e l’Ufficio Tecnico Logistico svolgono un ruolo fondamentale di gestione e di supporto per tutte le varie attività che di seguito vengono analizzate:

ATTIVITA’ SQUADRA VOLANTE (U.P.G. e S.P.)

Nel periodo in esame l’Ufficio, ha tratto in arresto complessivamente 131 persone , di cui 26 per droga e ben 426 denunciati in stato di libertà (più di uno al giorno) di cui 28 per droga, e sequestrato 1.336 gr. di sostanza stupefacente. La Squadra Volante opera il capillare controllo del territorio nelle 24 ore, intervenendo nell’immediatezza su tutte le situazioni di reato flagrante ed in ogni altra circostanza critica ove sia messa in pericolo la vita e l’incolumità delle persone e l’integrità delle cose, anche a seguito delle numerosissime segnalazioni al “113”. Dell’Ufficio fanno parte anche i Poliziotti di Quartiere e il Posto Fisso del Centro Storico per una sempre maggiore prossimità alle esigenze della cittadinanza, nonché l’Ufficio denunce, la cui attività giornaliera consente l’immediata presa in carico di ogni situazione segnalata dall’utente.

ATTIVITA’ DEI COMMISSARIATI

I Commissariati sono Uffici periferici che rappresentano l’Autorità di Pubblica Sicurezza a livello locale, rilasciando licenze e autorizzazioni, gestendo l’Ordine Pubblico in sinergia con la Questura, e partecipano al dispositivo Provinciale di controllo del territorio. L’intensa attività esperita dai Commissariati, ha conseguito l’arresto complessivamente di 76 persone, di cui 21 per droga, mentre sono state denunciate in stato di libertà complessivamente 456 persone di cui 30 per droga. Nel periodo di riferimento sono stati altresì sottoposti al vincolo del sequestro penale 4 kg. di sostanze stupefacenti. Rispetto ai periodi precedenti, si registra un notevole aumento del numero delle pattuglie delle Volanti operanti sul territorio, che allo stato assicurano una costante presenza nell’intero arco delle 24 h, con un incremento pari al 40 % rispetto all’anno scorso.

SERVIZI DI CONTROLLO DEL TERRITORIO

Nel periodo di riferimento si registra un significativo aumento delle pattuglie dedicate al controllo del territorio sia nel Capoluogo, sia nella Provincia con un incremento complessivo pari al 43% rispetto ad analogo periodo dello scorso anno. La maggiore presenza delle Volanti ha contribuito ad una efficace azione di prevenzione e contenimento dei reati.

NUMERO DEI DELITTI COMMESSI

Il numero dei delitti commessi nella Provincia di Perugia, sono in netto calo rispetto all’analogo periodo precedente ovvero - 15%, così come sono in calo quelli commessi in questo Comune - 13%. La maggioranza degli eventi delittuosi commessi sia in Provincia (54%) che nel Comune di Perugia (57%) riguardano i reati contro il patrimonio, 13% i danneggiamenti, 5% le truffe e le frodi informatiche, 3% i reati contro la persona, e 1% rapine e ricettazione nella media. In generale, rispetto all’ultimo triennio, si registra un netto calo dei delitti come si evidenza nel grafico di seguito riportato.

ATTIVITA’ DI REPRESSIONE DEI REATI

Le persone denunciate in stato di arresto sono passate da 375 a 404, di cui 154 per droga (erano 116 nel periodo 2015/2016). Le persone denunciate in stato di libertà sono scese da 2309 a 1626 (da 187 a 194 per droga), mentre le persone segnalate sono passate da 160 a 98. Il numero degli extracomunitari clandestini espulsi è sostanzialmente invariato (da 343 a 349).

ATTIVITA’ ANTIDROGA

Il numero delle persone tratte in arresto per motivi di droga nel periodo, rispetto ai risultati conseguiti nell’precedente periodo, ha registrato un costante andamento positivo. L’azione di contrasto e di prevenzione adottata nell’intervallo di tempo in esame dalla Squadra Mobile, unitamente a quella condotta dai Commissariati di P.S. e dalle Specialità, ha permesso di mantenere il trend. Nel periodo in esame sono state arrestati n. 154 soggetti tra corrieri e spacciatori, n. 194 i denunciati in stato di libertà, e sono stati sequestrati oltre 60 Kg di sostanza stupefacente. In numero di 98 sono state invece le persone segnalate alla locale Prefettura ex art. 75 D.P.R. 309/90 per uso di sostanze stupefacenti. In numero di 215 le persone allontanate dal comune di Perugia e rimpatriate nei comuni di residenza dichiarata con Foglio di Via Obbligatorio.

Le persone denunciate sono nel 32% dei casi di nazionalità straniera, una percentuale che sale al 73% tra le persone arrestate.

PERSONE DECEDUTE PER OVERDOSE

Rispetto al periodo più critico ovvero quello relativo agli anni 2006-2007 in cui si sono registrati in media 3 decessi al mese, l’azione di contrasto e di prevenzione adottata attraverso innumerevoli servizi anti-droga, ha fatto si che alla fine del 2009, il numero dei decessi si fosse ridotto notevolmente, ovvero uno al mese. Nel 2010 e in particolare nel terzo e quarto trimestre del 2011, si è registrato un tendenziale incremento dei decessi per overdose, nel periodo se ne registravano due al mese. Fenomeno successivamente invertito con una decisa quanto determinata azione di contenimento, opera che nel 2013 ha determinato l’emissione di n. 398 F.V.O. ovvero + 46% su base annua. Nel 2015 il fenomeno si è fermato ad 11 vittime, nel 2016 sono stati 8 i decessi dovuti a cause connesse alla droga, nel primo trimestre del 2017 ancora un drastico calo, di fatto si registra un decesso. Ad oggi quindi le mortalità per overdose sono in deciso calo rispetto al periodo precedente, ovvero meno di una a bimestre Nel periodo in esame si annota un calo della media di età dei soggetti colpiti dal fenomeno, ovvero 30 anni rispetto ai 33 degli anni precedenti.

L’azione di contrasto al consumo di stupefacenti da parte di acquirenti residenti in altre regioni è stata implementata anche mediante l’adozione di provvedimenti di rimpatrio con F.V.O.

ATTIVITA’ DELLA DIVISIONE ANTICRIMINE

Ammonimenti del Questore nel periodo 2016/2017 sono stati 29 (erano 38 nel periodo 2015/2016), i Rimpatri con Foglio di Via Obbligatorio F.V.O. sono stati 215 (145), i D.A.S.P.O. (Divieto manifestazioni sportive) 39 (31), le sorveglianze proposte di Polizia di Stato 11 (10), gli Avvisi Orali 113 (134), le Esecuzioni ordini di carcerazione/detenzione 25 (24).

L’Ufficio Minori e Famiglia in seno alla Divisione Anticrimine, svolge una particolare attività in sinergia anche con altri soggetti Istituzionali competenti in materia. Ciò al fine di accertare situazioni di criticità riguardanti i minori e i relativi nuclei familiari e conseguentemente adottare, d’intesa con l’Autorità Giudiziaria, i provvedimenti più idonei al caso. Continua positivamente la collaborazione con i servizi sociali del Comune di Perugia per le necessità di pronta accoglienza di soggetti minori nonché il loro collocamento in strutture idonee. L’Ufficio tratta altresì le problematiche relative a tutte le segnalazioni di maltrattamenti in famiglia e verso i minori. Accerta, predispone e provvede all’esecuzione dei provvedimenti del Questore in materia di atti persecutori ex art. 8 Legge n. 38 del 23 aprile 2009. Nel periodo in esame si registra un calo dei provvedimenti in materia di atti persecutori (ammonimenti). Tuttavia in diversi casi le problematiche in esame sono state rappresentate dalle persone interessate sotto forma di Esposto ex art. 1 T.U.L.P.S.

Importantissima è l’attività svolta dal Personale addetto al Gabinetto Provinciale Polizia Scientifica, che in sede di numerosi sopralluoghi, ha permesso di addivenire alla scoperta di gravi delitti, e altrettanto importante l’attività di documentazione svolta in occasioni di manifestazioni violente che ha consentito l’adozione tempestiva di conseguenti provvedimenti Giudiziari e Amministrativi. Imponente il numero dei foto-segnalamenti effettuati, un lavoro oscuro ma importantissimo per la sicurezza reale.

Fotosegnalamenti ordinari 3.887, Fotosegnalamenti immigrazione 4.107, Sopralluoghi effettuati 131, Inserimenti A.F.I.S. 7.994, Narcotest eseguiti 339

Gli addetti al settore del Posto fisso di Polizia istituito c/o l’Ospedale Santa Maria della Misericordia, provvedono alla trattazione delle denunce e delle segnalazioni ricevute, nonché, in sinergia con altri Uffici della Divisione Anticrimine, curano la verifica degli eventi citati nei referti medici in cui si evincono responsabilità penali. Nel periodo in esame, l’Ufficio in sinergia con la Squadra di P.G., ha concluso alcune delicate indagini, in particolare ha permesso di reprimere drasticamente il fenomeno dei furti in corsia e restituire agli aventi diritto innumerevoli oggetti personali. In sinergia e in accordo con Personale della locale Azienda Ospedaliera, presso il Pronto Soccorso si è data operatività al “codice rosa” che identifica le vittime di violenza di genere, permettendo un rapido intervento da parte delle Forze di Polizia, nonché al codice “verde prioritario” riservato a soggetti fermati/arrestati, tale da garantire ai degenti ordinari maggiore sicurezza.

Persone Arrestate 1, Persone denunciate Autorità Giudiziaria 10, Accertamenti su delega Autorità Giudiziaria 51, Referti medici trattati 1.300.

ATTIVITA’ AMMINISTRATIVA E SOCIALE

L’attività di Polizia Amministrativa e sociale prodotta dagli addetti al settore nel periodo di riferimento, ha determinato il rilascio di 7.205 documenti validi per l’espatrio, di 1.927 rilasci/rinnovi di licenze da caccia. Nel corso dell’attività di controllo e verifica prodotta a carico di attività commerciali, soggette ad autorizzazioni di Polizia, sono state verificate le posizioni nonché i requisiti di 8 esercizi pubblici e di 4 circoli privati, azione di contrasto che ha comportato 4 sospensioni ex art. 100 T.U.L.P.S.. ad altrettante attività commerciali. La Polizia Giudiziaria nel corso delle attività di competenza, ha inoltre deferito in stato di libertà all’A.G. 108 persone per reati connessi a dette attività e altro.

Di seguito i dati relativi al settore:

  • Denunce a piede libero 108
  • Passaporti rilasciati 7.205
  • Rilascio/Rinnovo licenze porto di fucile uso caccia 1.927
  • Rinnovo licenze tiro a volo 649
  • Licenze caccia rifiutate-revisionate-sospese 196
  • Ricorsi licenze caccia trattate Prefettura 44
  • Rilascio nulla osta acquisto armi 202
  • Rilascio licenze commerciali 203
  • Sopraluoghi x licenze commerciali 15
  • Revoche cessioni attività licenze P.S. 2
  • Rilascio licenze collezione armi 128
  • Circoli privati controllati 4
  • Esercizi pubblici controllati 16
  • Articoli 100 T.U.L.P.S. Emessi 4
  • Sequestri materiale pirotecnico 1

UFFICIO IMMIGRAZIONE

Nel periodo di riferimento, le espulsioni dal territorio Nazionale attuate a carico di cittadini stranieri presenti in questa Provincia in regime di clandestinità, sono in linea con il periodo precedente. Gli accompagnamenti di clandestini presso i C.I.E. e alla frontiera sono stati ben 141. Nel periodo di riferimento sono stati espulsi dal territorio Nazionale complessivamente 349 persone risultate irregolari.

In dettaglio:

  • Espulsioni con acc. Alla frontiera 93
  • Espulsioni con acc. ai C.I.E. 48
  • Espulsioni con Ordine del Questore 175
  • Espulsione con intimazione entro 15 giorni 33
  • Totale espulsioni 349

D.I.G.O.S.
Divisione Investigazioni Generali Operazioni Speciali

L’attività di prevenzione informativa e antiterrorismo è stata svolta costantemente per tutto il periodo in esame, garantendo la gestione nella massima sicurezza di eventi di livello Nazionale e Internazionale. In particolare si segnala la capillare attività svolta per la visita di numerosi capi di Stato e di Governo. Di seguito riportata si segnalano i risultati ottenuti dall’ufficio:

  • Totale persone denunciate in stato di Libertà 10
  • Segnalazioni D.A.S.P.O. 21
  • Servizi di O.P. pubbliche manifestazioni 211
  • Servizi scorta personalità 15
  • Servizi sicurezza alte cariche istituzionali/govern.ve 32
  • Servizi sicurezza cariche extragovernative 13
  • Servizi sicurezza a rilevanza nazionale 20
  • Servizi attività di settore 150

Nell'ambito dell'attività informativa e repressiva, un particolare rilievo assume la squadra tifoserie, istituita con Direttiva del Ministero dell'Interno del 12 febbraio 2001, che segue le dinamiche interne al tifo sportivo, attraverso personale dedicato a ciascuna squadra di calcio presente nel territorio di competenza. Gli addetti al settore nel periodo di riferimento, hanno segnalato 21 soggetti, quali destinatari del D.A.S.P.O. cioè il divieto di assistere a manifestazioni sportive.

Nel complesso delle attività svolte dalla D.I.G.O.S., sono state globalmente denunciate in stato di libertà 10 persone per vari reati.

UFFICIO SANITARIO PROVINCIALE

L’ufficio sanitario, oltre a fornire servizi di assistenza sanitaria al personale della Polizia di Stato ed una attività didattica finalizzata all’addestramento professionale, ha collaborato alle attività di istituto effettuando assistenza sanitaria nei servizi di O.P.. Significativa è stata l’assistenza ai cittadini stranieri extracomunitari destinati al raggiungimento dei Centri di Accoglienza Temporanea su richiesta del locale Ufficio Immigrazione. Il Servizio Sanitario infine, unitamente a personale della Polizia Stradale, ha partecipato anche agli innumerevoli servizi straordinari di controllo del territorio finalizzati a contrastare il fenomeno delle c.d.“ stragi del sabato sera ”.

REPARTO PREVENZIONE CRIMINE “UMBRIA-MARCHE”

Il Reparto Prevenzione Crimine Umbria-Marche, Ufficio Dipartimentale, è ormai una consolidata realtà in questo Territorio operando in stretta sinergia con gli Uffici della Provincia ed anche recandosi, secondo le necessità, a seguito delle relative istanze delle Questure avallate dal Superiore Ministero, nelle Province limitrofe dell’Umbria e delle Marche, o in altri territori dello Stato. Complessivamente, da questo Ufficio sono state tratte in arresto 34 persone, di cui 16 per motivi di droga, 71 denunciate in stato di libertà di cui 23 per droga, inoltre sono state 18 le persone segnalate alla Prefettura quali abituali consumatori di sostanze stupefacenti. Nelle varie operazioni di servizio, è stato sequestrato in questa Provincia, oltre mezzo Kg. di sostanza stupefacente, a seguito dell’incessante impegno. Il reparto ha svolto una preziosa attività di supporto nei servizi di soccorso pubblico e di antisciacallaggio in occasione del sisma che ha colpito il centro Italia, con l’impiego complessivo di 350 pattuglie nella provincia di Macerata e 416 in quella di Perugia.

POLIZIA STRADALE

Il personale in servizio presso la Polizia Stradale ha collaborato, attraverso i servizi di specifica competenza, all’attività di controllo del territorio contribuendo al conseguimento dei risultati generali. In particolare, sono state denunciate 232 persone, eseguiti 8 arresti e segnalate 1 persona ex 75 D.P.R. 309/90, ed effettuati sequestri di veicoli rinvenuti quali oggetto di furto. Nel corso degli specifici servizi di Polizia Stradale, sono stati sottoposti al vincolo del sequestro, 5 documenti ritenuti non idonei e/o non conformi per la circolazione, 23 veicoli la cui provenienza è risultata dubbia o illecita e controllati 162 esercizi pubblici connessi alla circolazione stradale, controlli che hanno determinato 37 contestazioni amministrative.

POLIZIA FERROVIARIA

Il personale in servizio presso gli uffici di Polizia Ferroviaria dislocati negli snodi di Perugia e di Foligno, ha costantemente collaborato, attraverso i servizi di specifica competenza, all’attività di controllo del territorio contribuendo al conseguimento di risultati di assoluto rilievo. Tale azione di contrasto ha permesso di garantire la costante e regolare circolazione dei convogli sia in ambito locale che regionale. In particolare, nel periodo di riferimento, sono state identificate 5.187 persone, eseguiti 3 arresti in flagranza di reato e denunciate all’Autorità Giudiziaria 72 persone.

POLIZIA POSTALE E DELLE TELECOMUNICAZIONI

L’attività investigativa specialistica svolta dal personale della Polizia Postale, si è incentrata soprattutto nel contrastare il commercio illegale di materiale pedo-pornografico realizzato con lo sfruttamento di minori, nell’accertare violazioni del diritto d’autore nonché nel controllare internet point e call center. Nel merito sono stati monitorati 257 siti pedo-pornografi, controllati numerosi Internet Point, denunciati in stato di arresto 7 persone, e 27 in stato di libertà. L’Ufficio ha ricevuto 918 denunce per reati di materia informatica. Sono effettuati 538 controlli preventivi agli Uffici Postali dislocati nel territorio, con l’impiego di 83 pattuglie automontate. Continua il progetto denominato “Educazione e legalita” nel periodo in esame il Personale della Polizia Postale e delle Telecomunicazioni, ha tenuto 17 incontri presso plessi scolastici di questa Provincia..

POLIZIA DI FRONTIERA AEROPORTUALE “S. FRANCESCO”

L’ Ufficio di Polizia di recente istituito presso l’Aeroporto Internazionale dell’Umbria Perugia San Francesco d’Assisi, ha proceduto nei servizi di specifica competenza, al controllo di sicurezza di oltre 160.000 persone transitate dallo scalo aereo, al controllo di oltre 150.000 bagagli a mano e di oltre 95.000 bagagli da stiva ritenuti sospetti ed evidenziati da macchinari radiogeni; sono stati controllati n. 470 aereomobili. Nel corso dell’attività di controllo, è stata elevata una contravvenzione e sono stati ritirati 130 oggetti ritenuti non idonei all’imbarco e potenzialmente atti ad offendere. Nel corso dei controlli di frontiera è stato inibito l’espatrio a 22 soggetti per inidoneità dei documenti, e in numero di 5 sono state le persone deferite all’A.G., mentre 9 in stato di arresto.

ISTITUTO PER SOVRINTENDENTI DELLA POLIZIA DI STATO DI SPOLETO

L’Istituto d’Istruzione prosegue fattivamente nell’attività di addestramento professionale del personale, nel periodo di riferimento, sono stati svolti 7 corsi di formazione con la partecipazione di 2.683 unità. Si è svolto un concorso Pubblico per Personale della Polizia di Stato con relativi ben 4.200 partecipanti, inoltre sono state effettuate 92 giornate di esercitazione al tiro riservate alle forze di Polizia e 46 giornate per le altre forze. Infine nel periodo in esame, sono stati impegnati n.250 dipendenti dell’Istituto in servizi di Ordine e Sicurezza Pubblica.