64mo anniversario della fondazione della Polizia di Stato

A Perugia registrato calo dei REATI. I premiati
Perugia

"Per il terzo anno consecutivo i reati sono in flessione" nella provincia di Perugia, dove si "regista un calo del 17%": lo ha detto il questore, Carmelo Gugliotta, nel suo discorso durante la cerimonia di celebrazione del 164esimo anniversario della fondazione della Polizia di Stato.

Erano presenti numerose autorità, tra cui la presidente del consiglio regionale, Donatella Porzi, il sottosegretario all'Interno, Gianpiero Bocci, il cardinale Gualtiero Bassetti, il prefetto di Perugia, Raffaele Cannizzaro, il procuratore generale, Fausto Cardella.

La cerimonia, tenutasi nella sala Auditorium del Centro Congressi Capitini, alla presenza di rappresentanze dei reparti della polizia di Stato presenti nella provincia, la Sezione Anps e degli alunni dell''Itet Capitini-V.Emanuele II-A.di Cambio, è stata preceduta, alle 9, dalla deposizione, alla presenza del sottosegretario Bocci, del prefetto Cannizzaro e del questore, di una corona di alloro in ricordo dei caduti della polizia di Stato nell'adempimento del dovere. La celebrazione si è onclusa con la consegna di riconoscimenti per merito e per servizio al personale della polizia di Stato che si è particolarmente distinto nel corso di operazioni di Polizia.

"Noi poliziotti di ogni ordine e grado - ha detto il questore rivolgendosi agli studenti presenti nella sala - sono certo che continueremo ad impegnarci per salvaguardare i valori sacri della liberta'', della democrazia e della giustizia. Difensori a volte fino al sacrificio estremo, del diritto dei cittadini a vivere in una società giusta e libera".

LE PREMIAZIONI

CONCESSA LA PROMOZIONE PER MERITO STRAORDINARIO: all’Ispettore Capo Sergio RAGNI: all’Assistente Capo Claudio ROSSI: all’Assistente Capo Mirko GREGORI : all’Assistente Capo Claudio TRIFICI; motivazione: “Evidenziando straordinarie capacità professionali, non comune determinazione operativa e spiccato intiuto investigativo, a seguito dell’efferato omicidio di due coniugi, dopo una rapina all’interno della loro abitazione espletava una laboriosa ed articolata indagine che portava, dopo un incessante lavoro investigativo, all’individuazione, al rintraccio e all’arresto di quattro cittadini albanesi ritenuti responsabili del delitto.

Chiaro esempio di dedizione e spirito di servizio”.

ENCOMIO SOLENNE: All’Assistente Capo Fabio MARZI (polposta); All’Assistente Capo Luigi UMMARO(polposta). Motivazione: “Evidenziando elevate capacità professionali ed intuito investigativo espletavano un’operazione di polizia giudiziaria, in collaborazione con l’Interpol, che culminava nella disarticolazione di un’associazione a delinquere finalizzata alla truffa informatica, alterazione, falsificazione, utilizzazione di carte di credito e porto d’armi.

L’ENCOMIO: All’Assistente Capo Romeo AGOSTINELLI (polposta); all’Assistente Capo Marco CAPOLUNGO (polposta). motivazione:

“Dimostrando notevole professionalità ed acume investigativo, espletavano un’ operazione di polizia giudiziaria, in collaborazione con l’Interpol, che culminava nella disarticolazione di un’associazione a delinquere finalizzata alla truffa informatica, alterazione, falsificazione, utilizzazione di carte di credito e porto d’armi.

ENCOMIO SOLENNE: All’Assistente Capo Luigi NOTTIANI. Con la seguente motivazione: “Evidenziando elevate capacità professionali, acume investigativo e non comune determinazione operativa espletava una complessa operazione di polizia giudiziaria che portava all’arresto di un pregiudicato, ritenuto responsabile di resistenza, minacce e lesioni a pubblico ufficiale.

ENCOMIO: all’Assistente Andrea BELIA; motivazione: “Evidenziando capacità professionali ed acume investigativo espletava una operazione di polizia giudiziaria che portava all’arresto di un pregiudicato, ritenuto responsabile di resistenza, minacce e lesioni a pubblico ufficiale.

ENCOMIO SOLENNE: Al Commissario Capo Luigi MARTINO (Ist.Sovr. Spoleto)motivazione : “Evidenziando elevate capacità professionali, acume investigativo e non comune determinazione operativa, collaborava ad una complessa operazione di polizia giudiziaria che si concludeva con l’arresto di alcuni individui, ritenuti responsabili di estorsione.

ENCOMIO: all’Assistente Capo Barbara NEGRONI Barbara: all’Assistente Capo Gabriele CORBUCCI Gabriele ; all’Assistente Capo Stefano TOMARELLI Stefano . Motivazione: ““In servizio presso l’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, evidenziando spiccate capacità professionali ed intuito investigativo, effettuavano una delicata indagine che si concludeva con il fermo di indiziato di delitto di un cittadino marocchino responsabile del reato di tentata violenza sessuale ai danni di una straniera.

ENCOMIO: All’Ispettore Superiore SUPS Giampiero BURCHIELLI Giampiero; Al Sovrintendente Capo Raimondo MARCACCI Raimondo .- Motivazione:

“Evidenziando spiccate capacità professionali, portavano a termine una delicata attività di indagine che si concludeva con l’applicazione di misure di prevenzione personali e patrimoniali nei confronti di un noto pregiudicato, elemento di spicco della “banda della magliana”.

ENCOMIO: al Vice Sovrintendente Ivan PALUMBO che “Evidenziando capacità professionali ed acume investigativo, espletava un’operazione di polizia giudiziaria che si concludeva con l’arresto in flagranza di 5 individui, ritenuti responsabili di rapina aggravata e sequestro di persona.

E’ STATO CONCESSO L’ENCOMIO: all’ Ispettore Luigi PANNACCI (Sq.Mobile) e al Vice Sovrintendente Mauro STERNISA (Sq.Mobile) con la seguente motivazione: “Evidenziando elevate capacità professionali ed acume investigativo, portavano a termine accurate indagini di polizia giudiziaria, che consentivano di assicurare alla giustizia due stranieri, ritenuti responsabili di detenzione di arma comune da sparo e di spaccio di sostanze stupefacenti”.

ENCOMIO: al Sostituto Commissario Filippo GIOVANNELLI; all’Assistente Capo Claudio TRIFICI: all’Assistente Capo Fabio MARZI; all’Assistente Capo Mirko GREGORI : “Operatori della Polizia Postale e delle Comunicazioni, utilizzando al meglio le competenze proprie della specializzazione, effettuavano un’attività di p.g. che consentiva l’arresto di tre persone, la denuncia di altre sette, appartenenti ad un sodalizio criminale dedito alla detenzione e diffusione di materiale pedopornografico.

LODE: al Sostituto Commissario Michelangelo MARIANO: al Sovrintendente Capo Riccardo CECCHINI che: “Dando prova di capacità investigative, eseguivano accurate indagini di polizia giudiziaria, che consentivano di assicurare alla giustizia tre persone, ritenute responsabili di numerosi furti in danno dell’azienda ospedaliera.

LODE: al Vice Sovrintendente Massimo GRANOCCHIA: all’Assistente Capo Graziano GIULIANI ; all’Assistente Capo Barbara NEGRONI; all’Assistente Capo Stefano TOMARELLI; all’Assistente Capo Riccardo SESTITO, all’Assistente Marco MORELLI” Per la capacità professionale dimostrata nell’effettuare un intervento di p.g. che si concludeva con l’arresto di un cittadino marocchino responsabile di rapina aggravata”.

LODE: all’Assistente Capo Fabio FERRARI : all’Assistente Capo Fabrizio LORENZETTI ; all’Assistente Capo Fabio PAOLINI: all’Assistente Capo Simone MANCINI ; all’Assistente Capo Andrea RAPONI; all’Assistente Capo Andrea MASCIOTTI: a all’Assistente Capo Giandomenico GRILLI; all’Assistente Giorgio BARILI; all’Assistente Cosimo PRINCIPALE; all’Assistente Paolo POPONI che:“In servizio presso il Reparto Prevenzione Crimine, nel corso di un servizio straordinario di controllo del territorio, procedevano all’arresto di cinque cittadini extracomunitari responsabili di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente”.

LODE: al Vice Questore Aggiunto Dr. Marco TANGORRA; al Sovrintendente Giancarlo SALVADORI: all’Assistente Capo Bruno SEBASTIANI; all’Assistente Capo Alessio POGGINI; all’Assistente Capo Alessandro TURCHETTI: all’Assistente Capo Fabio ALLEGRUCCI che “In servizio presso il Commissariato di Città di Castello, con impegno e determinazione operativa, concludevano un’operazione di polizia giudiziaria con l’arresto di due soggetti e la denuncia di un terzo, responsabili del reato di detenzione al fine di spaccio di sostanze stupefacenti.

LODE: all’Assistente Capo Flavio CARTINI che;” In servizio presso la Sezione Polizia Stradale di Perugia, procedeva all’arresto di un cittadino italiano, responsabile dei reati di ricettazione, possesso di arma e munizionamento da guerra, nonché possesso di arma clandestina e ricettazione di motociclo.”.