Ferrovia Centrale Umbra, un protocollo per farla ripartire

Redatto un documento di intenti. Ma chi metterà i soldi?
Perugia

Si torna a parlare di Fcu, il trasporto su rotaia che da anni fa dannare i pendolari del nord Umbria e che è fermo su un binario morto per mancanza di fondi.

La Regione ha pensato di redarre un protocollo che costituisca un impegno concreto per la riapertura integrale della ex Ferrovia Centrale Umbra ad opera del vice presidente dell'assemblea legislativa dell'Umbria, Valerio Mancini.

Ci sarà un incontro pubblico "Fcu, il diritto ad un futuro. Per un'Umbria più unita da nord a sud" che si terrà alla sala Partecipazione di palazzo Cesaroni, a Perugia.

“L'obiettivo è quello di mettere insieme tutte le forze istituzionali e civili per instaurare un confronto costruttivo e trovare una soluzione per far ripartire dignitosamente la nostra Fcu, che torni ad essere perfettamente funzionale alle esigenze pendolari, già fin troppo martoriati".

Al di là delle buone intenzioni non è chiaro chi metterà i soldi per un’opera ormai obsoleta e che costerebbe un patrimonio alle finanze pubbliche.