Il professor Cotana si candida a Rettore

Elezioni all'Università, il docente ha illustrato le sue linee guida per descrivere il futuro dell'ateneo perugino
Perugia

Al 100Dieci Caffè di via Pascoli, nel quartier generale degli studenti, il professor Franco Cotana ha presentato la sua candidatura a rettore. Nato a Marsciano, classe 1957, ordinario di fisica tecnica industriale a Ingegneria, il teorico di Pipenet (il sistema che spara le merci a duemila chilometri all'ora) ha illustrato il suo programma per l'Ateneo affiancato dall'ufficio stampa a intervistarlo, un e un video finale.
Tanta gente ad ascoltarlo, il professor Cotana ha come progetto base l'idea di rilanciare l'immagine dell'Università «incardinando nei corsi di laurea dieci Premi Nobel: scienziati, letterati, personaggi di spessore elevato che con il loro prestigio portino valore aggiunto all'Ateneo e a tutto il territorio».
Quanto alla sua corsa per l'ermellino, lo scienziato delle biomasse ha spiegato che «candidarsi è un dovere morale».
«L'Università – aggiunge - deve essere libera e inclusiva, connessa e sinergica, prestigiosa e internazionale, efficiente e sostenibile». Tredici i punti del programma. Il professore parla anche della necessità di una «Umbria university pass», cioè di un sistema che preveda un'offerta integrata per acquisire crediti: «Abbiamo un campus diffuso su tutta la regione osserva e bisogna far apprezzare l'Umbria nel suo insieme; occorre fare sistema per vincere». Cotana si sofferma poi sul capitolo studenti: «Abbiamo 25mila iscritti: sono il nostro miglior veicolo di pubblicità verso l'esterno. Dobbiamo ampliare i servizi e curare la didattica».