Don Marco Salvi nominato Vescovo ausiliare di Perugia-Città della Pieve

Nella cattedrale di Arezzo erano presenti numerosi sacerdoti e fedeli
Argomenti correlati
Perugia

Ieri sera ,31 Marzo, nella cattedrale dei santi Pietro e Donato di Arezzo, don Marco Salvi, parroco di Anghiari (Arezzo), è stato ordinato vescovo ausiliare di Perugia-Città della Pieve. 

Nella cattedrale di Arezzo erano presenti numerosi sacerdoti e fedeli dell'Archidiocesi perugino-pievese assieme a molti rappresentanti delle istituzioni civili delle due città capoluogo tra cui il sindaco di Perugia Andrea Romizi. 

 Il cardinale Bassetti, nell'omelia si è rivolto così al nuovo vescovo  "Carissimo don Marco, non dimenticare mai questa bellissima pagina del vangelo di Luca, e sii anche tu un padre - come già lo sei stato per i tuoi parrocchiani - verso coloro che ti verranno affidati, ai quali annunzierai la Parola in ogni circostanza opportuna e non opportuna. Per loro sarai fedele dispensatore dei misteri di Cristo; li amerai con cuore di padre e di fratello, cominciando dai presbiteri e dai diaconi, tuoi collaboratori nel ministero, e non dimenticare mai i poveri, gli indifesi e quanti avranno bisogno di accoglienza e di aiuto. Non essere mai un vescovo che pretenda di comandare con severità". "Sii un Vescovo di riconciliazione - ha detto ancora, fra l'atro - che porta non divisione ma unità, con la coscienza della grande diaconia che ti è affidata".

Il vescovo ausiliare ha ringraziato  se ha dichiarato  "Dio che in questi giorni  mi ha fatto sperimentare ancora una volta la sua grande fiducia nei miei confronti. Guardando indietro riconosco che la sollecitudine di Dio, la sua premura, si è manifestata tramite circostanze e fatti non programmati e volti di persone e preti che mi hanno reso familiare Gesù Cristo. Grazie a quei preti, tra cui don Giussani, che mi hanno testimoniato che donarsi a Cristo realizza l'umano".