Arrivano le ordinanze del Comune contro il degrado

Multe salate dalla prostituzione all’abbandono di bottiglie di vetro e lattine
Perugia

Il nuovo provvedimento contro il degrado in città è stato confermato dai vertici di Palazzo dei Priori e rimarrà in vigore fino al 31 ottobre.

Queste le zone a maggiore controllo delle forse dell'ordine pubblico, Fontivegge, Settevalli, via Piccolpasso, via Barteri, via Canali, via Campo di Marte, via Caprera, via del Macello, via del Lavoro, via Nuvolari, via Conti, via Trasimeno Ovest, via del Tempo Libero, via delle Caravelle, via Penna, via Sacconi, via Corcianese, via Cestellini, via della Scuola, strada Colle Umberto Ponte Nese, strada statale 728 del Pantano e strada San Giovanni del Prugneto. Ovvero laddove sono giunte costantemente segnalazioni di degrado e sconcerto da parte cittadini.

La nuova disposizione di legge vieterà il “permanere a lungo nelle suddette vie ai fini della prostituzione, l'assumere atteggiamenti congruenti allo scopo di offrire prestazioni sessuali, di indossare abiti idonei a manifestare l’intenzione di adescare al fine del meretricio e che offendano il pubblico pudore”.

Inoltre sarà vietato anche far salire a bordo del mezzo “uno o più soggetti al fine di contrattare la prestazione sessuale con il soggetto dedito al meretricio”. Per i trasgressori ci sarà una multa di 450 euro.

E' stata inoltre proposta la problematica dell’abuso di alcool e del frequente abbandono di contenitori di vetro e lattine, che spesso vengono rotte e lasciate a terra , ed in casi eccessivi utilizzati come strumenti di cattivo uso(aggressioni) da persone ubriache .

Anche in questo caso per coloro che saranno colti in flagranza di reato ,oltre alle sanzioni penali, ci sarà una multa da pagare di 450 euro.