Più di cento richieste d'aiuto per lo sportello "salva debiti"

Si pensa già ad una proroga per l'accordo stilato tra il Comune di Perugia e l'Ordine dei commercialisti
Perugia

Uno sportello “salva debiti” per aiutare i cittadini in difficoltà.

Il Comune di Perugia e l'Ordine dei commercialisti offrono un'ancora di salvezza a tutte quelle persone che, in questo periodo di profonda crisi, si ritrovano a dover combattere contro debiti di varia natura.

Tra banche banche e finanziarie che pretendono il pagamento, aziende che dichiarano fallimento e prestiti ad alto consumo, sono molteplici le storie di chi ogni giovedì si reca allo sportello “salva debiti” in cerca di un aiuto, con la sicurezza di avere massima privacy e anonimato, quando sulle spalle ci sono così tanti debiti che pagarli risulta essere un’impresa al limite dell’impossibile.

Dal 7 settembre sono stati circa un centinaio ad ottener l'appuntamento con gli esperti dell'ordine che, come primo passo, hanno il compito di individuare i presupposti di accesso al servizio e, in secondo luogo, analizzare la situazione debitoria del cliente al fine di individuare il percorso da compiere, presentando un piano di rientro dal debito al soggetto creditore.

Un cammino impegnativo ma indispensabile per vedere la luce infondo al tunnel nel quale si è infilato chi ha accumulato debiti ai quali non riesce più a provvedere.

L'accordo fra il Comune e Ordine ha una durata di tre anni ma si sta già pensando al prolungamento, tanto più perché il protocollo prevede, oltre ad un aiuto concreto, il reinserimento sociale della persona che si rivolge agli esperti dello sportello “salva debiti”.