Perugia, inaugurata nuova viabilità per prossima apertura Decathlon

Interessata la zona tra via Corcianese, via Trattati di Roma e la strada Olmo-Lacugnano
Perugia

In attesa della prossima apertura del Villaggio Decathlon, prevista per l’inizio della primavera 2018, questa mattina si è tenuta la cerimonia d’inaugurazione della nuova viabilità della zona tra via Corcianese, via Trattati di Roma e la strada Olmo-Lacugnano, alla presenza del Sindaco Andrea Romizi e degli assessori Emanuele Prisco e Cristiana Casaioli. Presenti anche il dirigente Ing. Leonardo Naldini, i consiglieri Tracchegiani ed Arcudi, la Sen. Cardinali, il consigliere regionale Squarta, l’assessore del Comune di Corciano Terradura i rappresentanti di Stargest Sotgia e di Decathlon Grandinetti.

“Oggi – ha sottolineato l’assessore Prisco – apriamo questa parte di comparto stradale esterno al prossimo insediamento Decathlon. Si tratta, dunque, del completamento della prima fase di un obiettivo importante che abbiamo fortemente voluto, ossia procedere prima alla realizzazione delle infrastrutture onde snellire il traffico in un’area da sempre congestionata”. Prisco ha evidenziato, nel ringraziare tutti coloro che hanno reso possibile l’opera, che il progetto ha avuto un lungo iter amministrativo con significativa accelerazione nell’ultimo periodo dell’attuale legislatura; proprio su questa circostanza ha manifestato l’orgoglio dell’Amministrazione per aver spinto sull’acceleratore favorendo un intervento infrastrutturale tanto rapido ed utile per la città. Ora prossimo appuntamento in primavera per l’apertura del parco commerciale e del villaggio sportivo.

A rappresentare la ditta Stargest, partner di Decathlon, presente Antonio Sotgia il quale ha sottolineato che, nel 2009 quando è iniziata questa “avventura” in pochi avrebbero scommesso sul successo. Invece ciò è stato possibile grazie al lavoro di squadra. Tecnicamente l’intervento è stato realizzato senza utilizzare il cemento armato, ma solamente i materiali interni al cantiere. Vi è un’attenzione particolare, infine, al verde a conferma del fatto che non si è trattato di un’operazione di speculazione edilizia, bensì l’esatto contrario. Infine Sotgia ha voluto riservare un ricordo affettuoso per Lucio Lorenzetti, proprietario dei terreni su cui sorge il comparto, scomparso da qualche tempo e grazie alla cui intuizione il progetto è divenuto realtà.

Renato Grandinetti di Decathlon, dopo i ringraziamenti di rito, ha voluto sottolineare che l’obiettivo di Decathlon è rendere più accessibile a tutti le pratiche sportive, anche quelle considerate “di nicchia”.

A chiudere l’incontro è stato il sindaco Andrea Romizi che ha rivolto una serie di ringraziamenti: innanzitutto alle ditte, Trovati e Pelliccia, che hanno realizzato l’intervento e poi a Decathlon per aver scommesso su Perugia immaginando per la città questa particolare vocazione, ossia di un vero e proprio parco attrezzato per lo sport.

Romizi ha confermato che l’intervento viario di oggi consente, tra le altre cose, di superare alcune annose criticità stradali: ciò conferma che, quando arrivano investimenti, se ben governati gli stessi possono portare molti benefici alla collettività.

Inoltre il nuovo asse stradale consente, altresì, di recuperare al godimento pubblico un angolo di città molto bello, favorendo il collegamento tra San Sisto, Lacugnano, Santa Sabina ed Olmo.

Altro motivo di arricchimento, secondo il pensiero del sindaco, è rappresentato dalla pista ciclabile che, a breve, verrà collegata con le altre strutture esistenti fino ad arrivare a Pian di Massiano. Quella della mobilità alternativa tramite le biciclette rappresenta, infatti, una sfida che l’Amministrazione ha inteso lanciare, portando a compimento una rete che consentirà di valorizzare questa forma di mobilità dolce.

Anche il sindaco, infine, ha dato appuntamento a marzo, quando si procederà all’inaugurazione del villaggio Decathlon, una struttura che porterà tanti nuovi posti di lavoro (circa 200).

I dettagli tecnici dell’intervento sono stati illustrati dal dirigente Ing. Naldini che, in avvio, ha ricordato come fin dall’inizio la collaborazione degli uffici comunali con i tecnici di Stargest e Decathlon sia stata continua con l’obiettivo di favorire la creazione di una viabilità fluida per il comparto, ma altresì utile per “drenare” i flussi di traffico diretti alla rotatoria delle Quattrotorri.

La nuova viabilità offre adeguato accesso alla nuova area commerciale tramite una rotatoria da via Trattati di Roma, potenzia il sistema di rotatorie lungo via Trattati di Roma con l’allargamento della sezione stradale con una nuova corsia, realizza una nuova strada, funzionalmente adeguata alle attuali normative, di collegamento tra strada Corcianese e strada di Lacugnano e tra strada di Lacugnano e via Trattati di Roma, creando un efficace by-pass all’itinerario via Corcianese-via Verdi-svincolo Olmo attraverso la rotatoria Quattrotorri. E’ stata realizzata come un viale, caratterizzato da un filare di cipressi che, oltre a renderlo esteticamente molto piacevole, ne sottolinea la storicità. Al termine del viale si trova la nuova rotatoria di distribuzione tra la strada di Lacugnano e la nuova bretella che riporta i flussi veicolari in via Trattati di Roma, e da lì allo svincolo di Olmo; tale rotatoria rappresenta anche un ulteriore accesso al nuovo comparto commerciale.

La stessa strada Olmo Lacugnano è stata deviata su un nuovo tracciato per potersi inserire su questa rotatoria centrale, lasciando il sedime originale a disposizione dei pochi frontisti diretti. Il nuovo tracciato garantisce geometrie più agevoli, con larghezze delle corsie in linea con gli standard di legge più recenti.

Il tema della mobilità complessiva dell’area è stato, fin dall’inizio, uno dei punti su cui si è focalizzata l’attenzione dei progettisti, che non si sono limitati ad elaborare gli accessi al nuovo comparto, ma hanno analizzato l’itera area adiacente e le principali direttrici di accesso, per individuare soluzioni utili ad ottimizzare la circolazione generale della zona, incrementando la capacità complessiva della rete viaria compresa fra il semi svincolo di Olmo del raccordo autostradale Perugia – Bettolle ed il nodo viario delle Quattrotorri, strada Corcianese e strada di Lacugnano.

Tutto l’intervento è stato quindi pensato con l’obiettivo di creare una viabilità alternativa al nodo Quattrotorri, capace non solo di assorbire da tutte le direttrici di accesso l’utenza supplementare data dalla nuova attività, ma addirittura di drenare traffico dal nodo saturo ed incanalarlo in un corridoio di nuova costruzione, bypassando l’area congestionata.

Il nuovo assetto infrastrutturale dell’area è stato anche verificato con software di simulazione del traffico ed è in grado, oltre che di assorbire gran parte dei nuovi utenti di Decathlon, di deviare sui nuovi percorsi circa 300 veicoli ogni ora che prima incappavano sulla rotatoria Quattrotorri, migliorando decisamente la fruizione generale della rete viaria nella zona anziché andare a gravare ulteriormente in maniera negativa i nodi già critici della rete attuale.

Inoltre tutto il comparto è stato arricchito con la presenza di una pista ciclopedonale che unisce lo svincolo di Olmo fino alla nuova pista ciclabile realizzata lungo la strada Corcianese dall’Agenzia Forestale Regionale. L’area, pensata anche come parco sportivo, è quindi ben raggiungibile anche con l’uso della bicicletta, e costituisce un modello di accessibilità dolce che dovrà essere replicato quanto più possibile.