Cittadella giudiziaria a Perugia, la soddisfazione di Fratelli d’Italia

«Un altro tassello per la rinascita della città»
Perugia

Un altro importante tassello per la rinascita di Perugia sta per andare a posto. Con il programmato recupero di due importanti volumi urbanistici a ridosso del Centro storico, infatti, l’Amministrazione perugina continua a muoversi con concretezza, dando allo stesso tempo un importante input alla Città.

“Siamo particolarmente soddisfatti, come Gruppo di Fratelli d’Italia, per la firma di ieri del Protocollo per la futura realizzazione della Cittadella giudiziaria, atto che ha coinvolto il Comune di Perugia, la Regione Umbria, i Ministeri di Grazia e Giustizia e dei Beni Culturali e l’Agenzia del Demanio”.   
“Da quasi venti anni – sottolineano i Consiglieri comunali di Fratelli d'Italia - la Città stava aspettando di vedere assegnate nuove funzioni all’ex Carcere, con tutto ciò che ne deriverebbe dal punto di vista economico e sociale: l’idea di farne una cittadella dove riunire le varie funzioni giudiziarie è sicuramente la migliore e peraltro perorata dalle stesse magistratura e avvocatura perugine”.

“Un plauso ancora una volta va al nostro sindaco Romizi, che si è speso da subito per il recupero di una struttura che, tra l’altro, sarà di assoluto valore sia dal punto di vista storico-monumentale che dal punto di vista urbanistico”.

“Come Fratelli d’Italia – concludono i Consiglieri comunali - sin dai primi giorni di questa “avventura” istituzionale ci siamo posti l’obiettivo di dare un nuovo volto a Perugia, facendola uscire dal declino degli ultimi lustri: dopo il Centro Storico e Fontivegge, è ora il turno di cambiare in meglio anche le aree a ridosso dell’acropoli. Il percorso è appena iniziato, ma la strada è certo quella giusta per far rinascere la Città”.

I Consiglieri comunali di “Fratelli d’Italia”
Stefano Mignini, Michelangelo Felicioni, Clara Pastorelli, Lorena Pittola e Piero Sorcini