In Umbria 1.000 sfratti per morosità in un anno

Il Sunia: «In aumento il numero dei pensionati a rischio»
Perugia

Il dramma degli sfratti si fa sentire in maniera forte e preoccupante in Umbria. Segno di una crisi profonda che si accanisce soprattutto sulle persone anziane. Cristina Piastrelli, segretario provinciale del Sunia, la principale organizzazione degli inquilini privati e assegnatari di edilizia pubblica, fornisce i dati al Corriere dell'Umbria e sono numeri che fanno pensare. Sono stati 1.124 quelli intimati in Umbria nel corso del 2018, il 35% (quindi uno su tre) ha riguardato persone con più di 65 anni. fornisce i dati del tribunale: a Perugia nell'anno che si è appena chiuso sono stati 674 gli sfratti per morosità involontaria, di questi quelli materialmente eseguiti poco più di 200.
 "Il numero si avvicina molto a quello dell'anno precedente - spiega Piastrelli - quello che più salta all'occhio, invece, è che è aumentata in maniera esponenziale la percentuale degli anziani destinatari del provvedimento. Questo perché i pensionati sono sempre più spesso costretti ad aiutare figli e nipoti rimasti senza lavoro e quindi a non poter disporre di un reddito pieno. Così finiscono per non potersi permettere di pagare l'affitto e perdono anche la casa".
Altro numero che desta preoccupazione è quello delle case messe all'asta, 132 nel corso del 2018, l'anno precedente erano state 94. "Purtroppo spiega Piastrelli il ceto medio è sempre più in sofferenza". Un quadro simile anche per la provincia di Terni, come illustra il segretario provinciale del Sunia Rossano Iannoni. "Nella città dell'acciaio siamo ancora in piena crisi -  evidenzia Iannoni - c'è gente che firma il contratto di affitto nella convinzione di essere in una botte di ferro e invece nel giro di 67 mesi perde il lavoro e non riesce più a pagare il canone di locazione. Così si ritrova in mezzo a una strada".
Un aiuto significativo arriva dai contratti a canone concordato. Prevede un canone prestabilito secondo importi concordati dalle organizzazioni rappresentative delle parti ed è valido solo se stipulato attraverso l'apposito modello predisposto dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.