Perugia, Aucc e Anchise insieme contro l’inquinamento

La Residenza Protetta collabora con l’Aucc onlus al progetto Stappa la solidarietà, tappa l’inquinamento
Perugia

La lotta al cancro passa anche attraverso la lotta all’inquinamento. Una battaglia, quella messa in atto dall’Associazione Umbra per la lotta Contro il Cancro onlus, che da oggi gode del supporto di un alleato d’eccellenza. Si tratta della residenza protetta per anziani Anchise di Perugia, recentemente realizzata grazie all’impegno congiunto delle Cooperative ACTL di Terni e ASAD di Perugia. Il Direttore Sanitario e Geriatra Dr. Luca Pelini ha deciso infatti di aderire al progetto Stappa la solidarietà, tappa l’inquinamento.

Pochi giorni fa si è ufficializzata la collaborazione con la consegna dei contenitori Aucc per la raccolta dei tappi di plastica. Presenti alla consegna alcuni professionisti dell'equipe medica Aucc; il dottor Paolo Biscottini, membro del Consiglio Direttivo Aucc; il Dr. Luca Pelini e alcuni collaboratori della residenza Anchise.
Il dottor Pelini non si è limitato ad autorizzare la raccolta all’interno della struttura ma ha voluto personalmente sensibilizzare il personale e gli ospiti della residenza.

Il rapporto tra la residenza Anchise e Aucc onlus nasce qualche mese fa, quando l’equipe medica dell’Associazione Umbra per la lotta Contro il Cancro, specializzata in cure palliative, viene chiamata ad offrire la propria professionalità in favore di anziani ospiti della residenza affetti da problematiche oncologiche.

A tal proposito il Dr. Pelini esprime tutta la sua riconoscenza nei confronti dell’operato dell’Aucc, definendolo “Opportuno, puntuale e sempre disponibile. L’equipe dell’Aucc garantisce ascolto, attenzione e grande professionalità, grazie alla dedizione dei suoi operatori che si spendono senza riserve nella presa in carico di soggetti fragili”.

Un ringraziamento speciale è stato indirizzato al Dr. Gaetano Miele e all’equipe infermieristica che lo accompagna nei suoi accessi in Anchise.

Il progetto Stappa la solidarietà, tappa l’inquinamento prende il via, per opera dell’Aucc, alcuni anni fa con l’obiettivo di migliorare la raccolta differenziata dei rifiuti, di ridurre l’inquinamento e raccogliere fondi.

I tappi sono fatti di materiali pregiati, il polietilene o polipropilene, materiali che si prestano facilmente ad essere rilavorati per realizzare mobili da giardino, elementi per la costruzione di automobili e non solo. Le bottiglie sono invece di polietilene tereftalato e necessitano di un processo di riciclaggio differente.

L’Aucc riesce anche ad ottenere dei fondi dal progetto, fondi che vengono utilizzati per il mantenimento dei servizi offerti socio-sanitari offerti dall’associazione.

Il progetto favorisce un circuito virtuoso di azioni che provocano vantaggi per tutti i soggetti coinvolti e anche per coloro che non agiscono attivamente. Responsabilizza il cittadino su tematiche legate ai rifiuti e all’ambiente e riduce la quantità di rifiuti conferiti in discarica, alleggerendo i Comuni da i costi di smaltimento.