Orvieto, stranieri beccati su auto rubata

Fermati e arrestati dai Carabinieri a poca distanza dal luogo del furto
Orvieto

Continua incessante il contrasto dell’Arma di Orvieto (TR) al fenomeno dei furti che, grazie ai servizi perlustrativi di prevenzione e repressione messi in campo, ha dato i suoi frutti. Infatti questa notte una pattuglia dell’Aliquota Radiomobile della Città della Rupe, a seguito di un sopralluogo eseguito in città per un tentato furto in abitazione, ha continuato a perlustrare la zona finché non si è imbattuta in un’auto sospetta ferma in un piazzale con due soggetti a bordo.

Subito i militari, insospettiti dalla situazione, vista anche l’ora tarda, hanno proceduto al controllo dei due, uno dei quali è risultato privo di regolare patente di guida, ed hanno successivamente accertato che l’autovettura risultava oggetto di furto. Veniva contattato immediatamente il proprietario che spiegava che aveva parcheggiato il mezzo la sera prima a circa 300 metri dal luogo in cui veniva controllata. Viste le circostanze di tempo e luogo, la breve distanza tra il punto dove il mezzo era stato parcheggiato e dove veniva bloccato dai Carabinieri, sono emersi gravi indizi di reità a carico dei due soggetti a bordo in merito al furto dell’autovettura stessa.

I fermati, un 34enne rumeno ed un 25enne moldavo, entrambi pregiudicati e residenti ad Orvieto, sono stati arrestati in flagranza di reato per furto aggravato in concorso e condotti presso il Tribunale della Repubblica di Terni in attesa del rito direttissimo.

L’attività ha permesso di dare una risposta immediata e molto apprezzata dai residenti del quartiere che hanno assistito all’operazione. Non è escluso che i due abbiano commesso altri reati dello stesso genere.