Ferrovie: accordo quadro Regione Umbria-Rfi

Chianella, garanzia fino al 2020 percorrenza su direttissima
Opinioni, Cronaca

Per la Regione Umbria, dopo l'approvazione del Piano regionale dei trasporti e il parere positivo dato al contratto di servizio con Trenitalia, si aggiunge ora un ulteriore "passaggio fondamentale" in materia di trasporto ferroviario come quello dell'accordo quadro con Rfi (Rete ferroviaria italiana).

Un'intesa che regolerà i rapporti tra la stessa Regione e il Gestore dell’infrastruttura in merito al mantenimento delle tracce ferroviarie e le caratteristiche dei collegamenti dei treni. "Ora possiamo programmare con serenità e portare avanti azioni per migliorare la qualità dei nostri servizi", ha detto l'assessore regionale alle infrastrutture e trasporti, Giuseppe Chianella, annunciando - in una conferenza stampa - le prime caratteristiche di questo accordo. L''assessore ha parlato di unintesa che "ci permetterà di implementare l'offerta ferroviaria ma anche di avere la garanzia fino al 2020 della percorrenza sulla direttissima". Ed inoltre, sempre secondo Chianella, l'accordo "mette a tacere le preoccupazioni dei pendolari che viaggiano su Roma e Firenze". Nella sede dell'assessorato in piazza Partigiani a Perugia, per discutere degli ultimi dettagli, à intervenuto per Rete ferroviaria italiana Spa, Andrea Esposito, direttore della Direzione commerciale ed esercizio rete e della Direzione direttrice Tirrenica Sud. "Per cinque anni - ha detto Esposito - diamo la nostra disponibilità alla capacità di infrastruttura dove poi Trenitalia metterà i treni".

L'accordo quadro di cinque anni, è stato poi ricordato,è collegato al contratto di servizio di sei anni tra Regione e Trenitalia, e potrà anche essere esteso ad altri cinque anni. Grazie all’accordo, sarà approvata una modalità diversa di valutazione di eventuali disservizi, modulata non più sul trimestre ma di mese in mese. Il documento servirà anche per l’avvio della determinazione dei servizi ferroviari da mettere a gara di evidenza pubblica. L'assessore regionale, dopo l'auspicio che a livello nazionale "possa esserci un'apertura per il miglioramento della dotazione di materiale rotabile",ha ricordato con soddisfazione anche la recente a pprovazione da parte delle associazioni dei consumatori e utenti (sei voti favorevoli,un astenuto e un contrario) dei contenuti dei nuovi contratti di servizio per i trasporti ferroviari che verranno sottoscritti entro dicembre con Trenitalia e Umbria Mobilità Esercizio. Chianella,infine, ha annunciato che a febbraio sarò riaperta la tratta Acquasparta-Terni.