Castelluccio, al via la prima raccolta delle lenticchie

Al Pian Grande gli agricoltori daranno inizio alla prima mietitura post sisma
Norcia

Al via la prima raccolta della Lenticchia di Castelluccio seminata dopo le scosse che hanno messo a rischio la sopravvivenza del prodotto simbolo delle aree terremotate.

L’appuntamento è per domani, martedì 1° agosto dalle ore 9,30, in località Pian Grande a Castelluccio di Norcia, dove centinaia di agricoltori della Coldiretti accenderanno i motori dei mezzi agricoli e si eseguirà la mietitura.

Un momento ad alto valore simbolico, anche in considerazione delle difficoltà che hanno ostacolato le semine del pregiato legume, rese possibili grazie a un vero e proprio blitz dei produttori della Coldiretti che ha consentito l’arrivo dei mezzi agricoli, dopo che avevano addirittura rischiato di saltare del tutto.

La Lenticchia di Castelluccio Igp, che quest’anno festeggia anche il ventennale dal riconoscimento comunitario - ricorda Coldiretti - alimenta un importante indotto economico ed occupazionale e svolge un effetto traino per il turismo e l’intero settore agroalimentare di queste aree che sarà oggetto di una specifica analisi della Coldiretti presentata dal Presidente nazionale Roberto Moncalvo.

La prima raccolta delle lenticchie, che sono sopravvissute alle scosse prima e poi alla siccità, sarà anche il momento per la Coldiretti di fare un bilancio sulla produzione in termini qualitativi e quantitativi, ma anche per verificare la situazione nelle campagne a quasi un anno dalle prime scosse, con gli agricoltori che si sono impegnati per salvare le produzioni locali, “in vetrina” per l’appuntamento. Dalle lenticchie al prosciutto di Norcia, dal pecorino alle patate e farro fino ai salumi: una testimonianza della continuità produttiva di una comunità agricola che ha rialzato subito la testa, ritrovando la forza di ripartire.

Per consentire il normale svolgimento dei lavori estivi all’incontro si darà vita alla più capillare iniziativa di solidarietà per le campagne terremotate con la consegna gratuita del gasolio necessario alle aziende agricole umbre colpite, per effettuare le operazioni di raccolta, di lavorazione dei terreni, di trasporto di mangimi per gli animali e di prodotti agricoli ed alimentari per iniziativa di Coldiretti, Consorzi Agrari d’Italia, Eurocap Petroli e del Consorzio Cooperativo Finanziario per lo Sviluppo.