Resta in carcere l’eugubino che ha staccato a morsi l’orecchio della fidanzata

Per il giudice «potrebbe rifarlo»
Gubbio

Resta in carcere a Rimini il trentunenne macellaio eugubino accusato di lesioni personali gravissime, aggravate dallo sfregio al viso della fidanzata e dai futili motivi legati alla gelosia. Lo ha deciso il giudice ieri mattina. Confermata dunque la massima misura cautelare per il 31enne accusato di aver staccato a morsi l'orecchio della donna.

I due giovani eugubini si erano recati sabato sera in riviera, in un locale di scambisti a Cattolica, perché la ragazza aveva pensato di dargli un’altra chance dopo la denuncia per stalking e danneggiamenti vari. Lui ha raccontato che è stato un raptus, non voleva farle così male e la situazione gli è sfuggita di mano. Il ragazzo le ha staccato a parte superiore del padiglione auricolare dell’orecchio destro mentre erano nella vasca idromassaggio in una stanza appartata del club privé.

Alla richiesta degli arresti domiciliari il giudice si è opposto, asserendo il fatto che "potrebbe rifarlo".